Menu
Cerca

Viola l’obbligo di dimora, spacciatore finisce in carcere

Era stato arrestato a Gennaio e sottoposto ai domiciliari.

Viola l’obbligo di dimora, spacciatore finisce in carcere
Cronaca Romanese, 29 Aprile 2019 ore 11:54

Viola l’obbligo di dimora concessogli dopo l’arresto per droga del Gennaio scorso, arrestato e portato in carcere dai Carabinieri su ordinanza un marocchino 31enne clandestino sul Territorio Nazionale. E’ stato rintracciato in via I° maggio a Martinengo.

Viola l’obbligo di dimora e finisce in carcere

Era stato già arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio dopo un’operazione antidroga eseguita nella Pianura Bergamasca a fine Gennaio scorso. Il 31enne marocchino era stato arrestato a Ghisalba in via Ghidini in quanto trovato in possesso di alcuni etti di droga. Successivamente, dopo un periodo di carcerazione preventiva, gli era stata concessa la misura cautelare meno afflittiva del divieto di dimora dalla Provincia di Bergamo.

“Smascherato” da un’aggressione

Alcune settimane fa, l’uomo è stato aggredito da ignoti a Romano di Lombardia. E’ stato portato in ospedale con una prognosi di 25 giorni. L’aggressione,  derivante probabilmente da questioni di droga, ha fatto emergere la violazione della misura da parte del 31enne. Dopo essere stato dimesso dall’Ospedale il magrebino aveva comunque fatto perdere le tracce, sino a ieri sera quando è stato rintracciato a Martinengo, in via I° maggio, area già nei mesi scorsi di servizi straordinari anticrimine da parte dei militari dell’Arma. Il marocchino, clandestino sul Territorio Nazionale, è stato quindi arrestato e portato in carcere dai Carabinieri della Stazione di Martinengo su ordinanza di aggravamento emessa nel frattempo dal Tribunale di Bergamo, informato dell’accaduto dai Carabinieri.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli