Menu
Cerca

Vigilessa sospesa dopo il contenzioso col Comune

La vigilessa di Antegnate, Maria Ianigro, prossima alla pensione, è stata sospesa su indicazione del segretario comunale. A portare al provvedimento il contenzioso in atto tra la donna e il Comune per via di una dimenticanza.

Vigilessa sospesa dopo il contenzioso col Comune
Romanese, 20 Maggio 2018 ore 16:04

La vigilessa Maria Ianigro andrà in pensione attorno al mese di agosto, ma è stata temporaneamente sospesa dal proprio incarico per via di un contenzioso aperto con il Comune.

Il contenzioso

Origine del contenzioso una somma pari a circa 10mila euro, che il Comune ritiene da imputare a Ianigro, ma che la stessa si rifiuta di pagare appellandosi alla propria assicurazione. L'assicurazione, però, dal canto suo ha dichiarato che non ci sono gli estremi per coprire la somma.

A monte del problema una dimenticanza

Andiamo con ordine, però. Tutta la vicenda nasce da una dimenticanza della vigilessa, che dopo aver sequestrato alcune automobili nel 2012, dimenticò di consegnarle alla Prefettura. Ciò fece maturare a carico dell'Amministrazione di Antegnate un prezzo di deposito dei veicoli pari a circa 10mila euro, momentaneamente pagati con i soldi pubblici, ma che l'Amministrazione ritiene da imputare alla Ianigro per il suo errore.

"Ora non c'è sicurezza"

Se il sindaco di Antegnate, Andrea Maria Lanzini, ha preferito non commentare la vicenda, affermando che il provvedimento è stato preso dal segretario comunale, a farsi sentire è stato il consigliere di minoranza Angelo Poma: "Prima avevamo un solo vigile, ora la Ianigro è sospesa e non c'è nessuno in paese - ha detto - In questo momento non c'è sicurezza qui ad Antegnate".

 

Puoi saperne di più sul Giornale di Treviglio/RomanoWeek in edicola da venerdì 18 maggio.

 

TORNA ALLA HOME.