Via del Moso: eccessi di velocità e divieti non rispettati FOTO

C'è anche un grosso ramo che rischia di cadere sulla careggiata

Via del Moso: eccessi di velocità e divieti non rispettati FOTO
Cremasco, 30 Luglio 2018 ore 14:27

Su via del Moso, chiamata informalmente “strada dell’Alchina”, si sfreccia. Anche nei festivi, quando la strada sarebbe, almeno in teoria, chiusa al traffico per favorire la circolazione ciclopedonale.

Sette infrazioni in mezz’ora

È bastata una passeggiata di circa mezz’ora per rendersi conto che il divieto di transito non funziona. Via del Moso incrocia diverse vie private che portano alle aziende agricole, pertanto i trattori sono gli unici autorizzati a transitare quando la via chiude al traffico. Eppure, sono proprio i trattori gli unici mezzi motorizzati a non essere passati. Almeno fra le 19 e le 19 e 30 di domenica scorsa. Per il resto, ce ne è per tutti i gusti: scooter e moto in testa alla fila. In poco più di mezz’ora sono transitati 7 veicoli, per una media di circa un’infrazione ogni 5 minuti. Un piccolo paradiso inquinato dagli stessi casalettesi, che entrano e escono dall’abitato passando per una strada che almeno nei giorni designati non dovrebbe essere inquinata dagli scarichi.

Eccessi di velocità

Se sono in pochi a osservare il divieto, ancora meno sono gli automobilisti ligi a rispettare il limite di velocità di 30 km/h. Una prescrizione molto stringente, ma proporzionata al tipo di tracciato, rettilineo solo in parte. La strada, già pericolosa per via della folta vegetazione che ne inficia la visibilità, diventa un ulteriore rischio in caso di eccesso di velocità. Con i pedoni costretti a farsi da parte quando i veicoli sopraggiungono.

Transennare la strada

«Io vengo qui tutti i giorni a correre. Che sia è sabato o domenica non fa differenza, le auto passano sempre – ha dichiarato un residente di ritorno da una sessione di jogging – Adesso ne circolano meno perché la gente è in vacanza ma di solito il transito è continuo». Per tutelare i pedoni che vogliono sfruttare la strada a loro riservata nei festivi da maggio a settembre si potrebbe utilizzare delle semplici transenne, ma nonostante il problema sia ben noto, ancora nulla si muove per risolvere il problema.

Caduta rami

Ai problemi già menzionati, se ne aggiunge un terzo dovuto alle fronde pericolose. A metà di via del Moso, un ramo si sporge pericolosamente sulla strada, rischiando di trasformarsi in un ostacolo alla circolazione o peggio.

 

5 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia