Giustizia lumaca | Un mese ai domiciliari per merce taroccata (ma a Ischia, sette anni fa)

Era il 2011. Sette anni dopo è arrivata la sentenza. Arrestato, dovrà scontare un mese agli arresti domiciliari a Barbata.

Giustizia lumaca | Un mese ai domiciliari per merce taroccata (ma a Ischia, sette anni fa)
Cronaca Romanese, 18 Marzo 2018 ore 10:36

Era stato sorpreso a vendere prodotti con marchi taroccati a Ischia. Ma era il 2011.  Dopo sette anni, ieri è arrivato l'arresto, e ora dovrà scontare un mese ai domiciliari a Barbata.

Giustizia lumaca

Protagonista, a Barbata, è un 42enne senegalese che ieri i carabinieri di Romano hanno raggiunto per notificargli la fine di una lunga - troppo lunga, probabilmente, vicenda giudiziaria. L'ordine di detenzione domiciliare nei confronti dell'uomo, che ora vive nel paesino della Bassa, arriva da fatti del 2011. L'uomo, che aveva alle spalle anche alcuni precedenti penali simili, era stato denunciato a piede libero dai carabinieri di Ischia dopo essere stato sorpreso a vendere prodotti contraffatti. Era il gennaio di quell'anno, sull'isola partenopea. E lui probabilmente pensava di averla fatta franca.

Invece è arrivata la condanna

La Magistratura ha però proseguito il processo a suo carico e si è arrivati a una condanna a un mese di reclusione e al pagamento di 400 euro di multa. Nel frattempo però l'uomo si era trasferito a Barbata, motivo per cui l'ordinanza è stata eseguita dai carabinieri della stazione di Romano. Ora dovrà scontare la sua pena. Non solo: Il Tribunale di Napoli – Sezione Distaccata di Ischia – ha anche previsto come sanzione accessoria la pubblicazione su un quotidiano di Napoli e provincia della sentenza di condanna a carico del 42enne. Una notizia curiosa. Sebbene vecchia ormai di sette anni...