Velisti italiani dispersi nell’Atlantico, aperta un’inchiesta dopo i messaggi anonimi alla moglie di Revello

La procura di Roma ha aperto un'inchiesta a seguito dei messaggi anonimi ricevuti da Rosa Cilano, moglie di uno dei due velisti dispersi.

Velisti italiani dispersi nell’Atlantico, aperta un’inchiesta dopo i messaggi anonimi alla moglie di Revello
Treviglio città, 28 Ottobre 2018 ore 15:13

“Aldo e Antonio sono morti, il Bright è stato speronato da una nave cargo”, questo il contenuto dei messaggi anonimi in inglese ricevuti da Rosa Cilano.

I due velisti

Sono scomparsi la scorsa primavera mentre viaggiavano da Martinica verso La Spezia a bordo della loro imbarcazione a vela, Aldo Revello e Antonio Voinea. I due, letteralmente scomparsi nel nulla dopo aver attivato il segnale d’emergenza della barca, potrebbero essere morti a seguito dell’urto tra la loro imbarcazione e una nave cargo, è questa la pista su cui sta indagando la Pm Silvia Sereni a seguito dei messaggi anonimi ricevuti da Rosa Cilano, moglie di Aldo Revello.

I messaggi anonimi

Nei giorni scorsi, infatti, Rosa Cilano ha iniziato a ricevere su Facebook messaggi in inglese provenienti da un profilo falso che le ha riferito della morte del marito e del compagno di vela Antonio: i messaggi riferiscono di un urto tra l’imbarcazione dei due velisti a una grossa nave cargo. Si riporta inoltre il nome della società nordeuropea proprietaria della nave cargo e di alcuni membri dell’equipaggio, per lo più filippini.

Troppi dettagli per essere falso

La donna, dopo aver letto i messaggi, si è rivolta al proprio avvocato che ha fatto aprire un’inchiesta al Pm Silvia Sereni. I messaggi anonimi, infatti, contengono troppi dettagli per sembrare falsi. Sebbene non ci sia al momento alcuna ipotesi di reato, la Procura cercherà di fare chiarezza.

 

TORNA ALLA HOME.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia