I dati nella Bassa

Vaccini Covid-19, il punto sulla campagna a Treviglio e dintorni: siamo a quota 13mila

Accelerazione sulle Rsa della Bassa: 1200 nuove "prime dosi" in otto giorni

Vaccini Covid-19, il punto sulla campagna a Treviglio e dintorni: siamo a quota 13mila
Cronaca Treviglio città, 15 Febbraio 2021 ore 12:59
Vaccini Covid-19, nella Bassa siamo a 13mila dosi iniettate. Forte accelerazioni sulle "seconde dosi" della Fase 1 e sulla copertura delle Rsa: sono 6053 i sanitari della nostra zona che hanno già ricevuto la seconda dose e sono quindi immunizzati.

 

Seconda dose per 6053 persone

I dati sono stati resi noti dall'Asst Bergamo Ovest ieri, domenica 14 febbraio, e sono aggiornati a venerdì 12.  Si tratta, ovviamente, della "Fase1", dedicata al mondo della Sanità. Complessivamente sono 13032 le dosi inoculate, delle quali 3588 per ospiti e personale delle case di riposo, 3282 per i lavoratori dell'Ast, 2992 per gli ospedali privati che fanno riferimento all'hub vaccinale trevigliese (Habilita, San Pietro e San Marco), 1581 per il personale di emergenza delle cosiddetta "Croci", e 776 per medici di base e pediatri di libera scelta del territorio.

Il punto sulla Fase 1 nella Bassa

In attesa del via alla campagna "di massa" per gli ultraottantenni, che scatterà da giovedì 19 febbraio, negli ultimi giorni sono state soprattutto le "seconde dosi" a crescere (e non poteva essere altrimenti, dal momento che il "richiamo" va iniettato necessariamente dopo 21 giorni dalla prima dose). Sono invece 6979 invece i soggetti  che hanno ricevuto la prima dose e stanno aspettando ora la seconda.

Case di riposo: 1200 nuovi prime dosi

Rispetto alla rilevazione del 4 febbraio, si registra anche un forte accelerazione sulle dosi distribuite alle case di riposo: più di 1300 in otto giorni, delle quali 1200 sono prime dosi.

Nell'infografica in alto, l'andamento delle dosi per categoria, dall'inizio della campagna vaccinale.

TORNA ALLA HOME