Cronaca

Va a vivere nel bosco per coltivare marijuana, arrestato

Nei guai un 38enne bergamasco incensurato che i militari hanno descritto come educato e ben tenuto.

Va a vivere nel bosco per coltivare marijuana, arrestato
Cronaca Treviglio città, 24 Aprile 2018 ore 07:55

Aveva deciso di mollare tutto e trasferirsi nei boschi vicino a Lavagna (Genova) e vivere a contatto con la natura, gli alberi, gli animali, l'erba...anzi la marijuana. Per questo è stato arrestato e poi costretto ai domiciliari.

Nei guai un bergamasco

Si tratta del 38enne bergamasco e incensurato Andrea Benaglia, trovato dai carabinieri della Compagnia di Chiavari all'interno della sua baracca nei boschi alla periferia di Lavagna. Qui il 38enne coltivava ortaggi, alberi da frutto e allevava polli e maiali. Ma non aveva rinunciato a due grandi passioni che lo hanno messo nei guai.

Nel bosco con Maria

I carabinieri, infatti, hanno trovato diverse piantine di marijuana coltivate dal 38enne e 100 grammi dello stesso stupefacente essiccato pronto per essere fumato. Così i militari dell'Arma lo hanno arrestato per spaccio di stupefacenti. Al 38enne sono stati poi concessi gli arresti domiciliari nel suo rifugio.

La passione per gli uccellini

A metterlo nei guai anche l'amore per gli uccellini. Ce n'erano più di 50, tutti tenuti bene, come ha confermato il veterinario, ma alcune specie come l'usignolo del Giappone risulta protetta e quindi la cattura è vietata. I militari pensano che il bergamasco fosse poi interessato alla vendita degli animali sul mercato nero.