Menu
Cerca

Urgnano dice “no” al cyberbullismo

Giovedì 12 aprile si terrà un incontro sul tema bullismo e cyberbullismo alle 20.30 al Castello Albani. L'iniziativa rappresenta l’ultima tappa di un percorso che si è sviluppato durante l’anno scolastico dall'Istituto Comprensivo di Urgnano.

Urgnano dice “no” al cyberbullismo
Romanese, 09 Aprile 2018 ore 16:31

Giovedì 12 aprile si terrà un incontro sul tema bullismo e cyberbullismo alle 20.30 al Castello Albani. L’iniziativa rappresenta l’ultima tappa di un percorso che si è sviluppato durante l’anno scolastico dall’Istituto Comprensivo di Urgnano.

Cyberbullis…no!

Sempre di più i giovani d’oggi sono dipendenti da smartphone e social network. Sebbene la tecnologia apporti moltissimi vantaggi all’uomo, molti di più sono i problemi legati ad essa. Specialmente per i più giovani. Talvolta afflitti da vamping, sindrome che li spinge a svegliarsi durante la notte per controllare i messaggi arrivati sul proprio cellulare. Peggio ancora quando sono vittime di cyberbullismo. E a peggiorare la situazione sono i genitori sempre più spesso ignari dei pericoli della rete. Ma l’Istituto Comprensivo di Urgnano dice no al cyberbullismo (e al bullismo in generale) grazie ad un incontro ad hoc.

L’incontro di giovedì 12 aprile

L’incontro, patrocinato dal Comune di Urgnano, si terrà alla presenza del Capitano Davide Papasodaro Comandante della compagnia di carabinieri di Treviglio in qualità di relatore. L’incontro rappresenta l’ultima tappa di un percorso che si è sviluppato durante l’anno scolastico. Infatti l’Istituto Comprensivo di Urgnano, anche grazie alla supervisione della dirigente  Valeria Cattaneo, è da sempre impegnato nella promozione del benessere, humus fecondo per costruire il successo formativo, attraverso la prevenzione, la cura e l’attenzione al sistema relazionale degli allievi.

Le iniziative promosse dall’Istituto

Già dalla classe quinta della scuola primaria gli alunni riflettono sul tema della legalità incontrando le istituzioni e visitando la locale stazione dei carabinieri. Gli studenti della scuola secondaria partecipano a momenti di formazione e sensibilizzazione con il maresciallo della compagnia di Urgnano sul tema della legalità, mentre il capitano Papasodaro ha centrato i propri interventi sul fenomeno del bullismo e sui pericoli della rete: il cyberbullismo.

Altre iniziative durante l’anno

Gli alunni hanno poi partecipato all’iniziativa provinciale “La nostra scuola grida NO al bullismo”. L’istituto è impegnato sul tema della prevenzione al bullismo quotidianamente attraverso una serie di attenzioni e progetti: il progetto psicopedagocico curato da Roberta Del Carro volto a cogliere i primi segnali di difficoltà relazionali che possono sfociare in comportamenti critici, lo sportello di ascolto psicologico e il monitoraggio continuo della professoressa Donatini, referente per il bullismo e cyberbullismo dell’Istituto.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli