Menu
Cerca
Caravaggio

Uno striscione sul Municipio per tifare Atalanta, è polemica

L'iniziativa è del senatore leghista Daniele Belotti della Lega Nord per i Comuni bergamaschi e l'Amministrazione ha aderito.

Uno striscione sul Municipio per tifare Atalanta, è polemica
Cronaca Gera d'Adda, 05 Maggio 2021 ore 12:39

“Il Municipio è un’istituzione, non uno stadio”. Questo quello che pensano i caravaggini che non hanno apprezzato l’iniziativa di apporre uno striscione per tifare Atalanta nella finale di coppa Italia che disputerà contro la Juventus il prossimo 19 maggio.

Uno striscione sul Municipio per tifare Atalanta

L’iniziativa è del senatore leghista Daniele Belotti, proposta agli 80 Comuni bergamaschi per sostenere la Dea, squadra della provincia, nella finale contro i bianconeri della Juventus. Ma per qualcuno il Municipio è stato scambiato per uno stadio.

“Io ho solo aderito all’iniziativa”, ha tagliato corto il sindaco Claudio Bolandrini, di fede atalantina, citando altri Comuni che hanno fatto lo stesso come Palosco e altri nelle valli.  Poi ha chiarito meglio il suo pensiero.

“È una iniziativa sostenuta per ora da una ottantina di Comuni della provincia di Bergamo con Amministrazioni di diversa appartenenza politica. – affermato – Ho deciso di aderire subito e con entusiasmo non solo per la mia quarantennale “fede calcistica” ma anche perché credo che l’Atalanta per la gente bergamasca rappresenti una bella favola in tempi difficili e incarni valori condivisi dalla nostra comunità. Chi polemizza forse non ricorda che già dieci anni fa in occasione dello storico triplete interista il sindaco di allora Giuseppe Prevedini, oggi in festa per lo scudetto, ha esposto bandiere sempre neroazzurre ma ahimè della squadra “sbagliata”…!!Credo che i concittadini non atalantini che amano il bel calcio non ne avranno a male. A chi invece dopo quasi un anno e mezzo di pandemia ha voglia di alimentare polemiche strumentali e inutili, magari a fini elettorali perché a corto di argomenti e idee, faccio presente che i problemi di cui occuparsi sono altri e quindi rispondo con il sorriso: FORZA ATALANTA! VINCI PER NOI!”

E non ci trova nulla di strano nemmeno Prevedini, interista ma capogruppo della Lega.

“Ne sono state messe tante di bandiere insulse, questo è un modo per unire tutta la provincia visto che l’Atalanta è la squadra che ci rappresenta, avrei aderito anch’io se fossi stato sindaco, anche se non tifo Atalanta – ha detto – Orgoglio bergamasco che si lega allo slogan Mola mia. Non ci vedo malizia elettorale né nulla di male. Lo stadio è chiuso, invece in piazza c’è sempre gente”.

“Una forzatura, meglio far assistere alla partita in sicurezza”

Contrario il presidente del Consiglio Augusto Baruffi, convinto che lo striscione sul Municipio non sia opportuno.

“Sebbene io sia juventino, sono concorde che l’Atalanta è la rappresentativa della nostra provincia ma mi sembra una forzatura usare il Municipio, che è un’istituzione, per sostenere una squadra di calcio o di qualsiasi altro sport oppure per veicolare qualsivoglia messaggio non istituzionale – ha detto – sarebbe invece più corretto consentire ai tifosi di seguire insieme la partita mantenendo tutti gli standard di sicurezza antiCovid”.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edcola venerdì 7 maggio.

TORNA ALLA HOME