Un nuovo presidio sanitario in paese

Giovedì sarà inaugurato il nuovo servizio sanitario di prelievi e diagnostica al centro anziani di Ghisalba

Un nuovo presidio sanitario in paese
Cronaca 18 Novembre 2017 ore 09:38

Giovedì sarà inaugurato il nuovo servizio sanitario di prelievi e diagnostica al centro anziani di Ghisalba.

Un servizio che non c’era mai stato

ll centro prelievi provvederà alla riscossione dei ticket sanitari e alla consegna dei referti e, su prenotazione, sarà disponibile anche un servizio di prelievi a domicilio.
La Giunta comunale ha approvato la convenzione da sottoscrivere con la società «Bianalisi Spa» di Lissone per utilizzare allo scopo alcuni locali dell’edificio comunale sito in via Torino 14 . La struttura già ospita l’associazione anziani, l’Avis e l’Aido. La società, accreditata al sistema sanitario nazionale, opera da anni anche in numerosi paesi della bergamasca.

Amministratori al lavoro

Per consentire di attivare celermente la struttura alle richieste dell’ATS formulate in sede di sopraluogo dei locali alcuni membri della maggioranza, si sono attivati, operando a proprie cure e spese. Il consigliere Giancarlo Rossoni ha tinteggiato i locali, l’assessore Ezio Micheli ha fornito ed installato i sanitari e le soglie per l’abbattimento delle barriere architettoniche e il sindaco Antonio Pezzoli si è occupato dell’impianto d’allarme.

Ma come e quando funzionerà il centro?

La convenzione prevede il funzionamento del centro prelievi per due mattinate, eventualmente incrementabili in rapporto all’entità delle utenze. Il servizio potrà presumibilmente essere attivato già sul finire del mese di ottobre, dopo che l’azienda sanitaria avrà verificato e approvato gli adeguamenti dell’edificio fatti dagli amministratori. Prima dell’apertura però l’Amministrazione dovrà provvedere ad illustrare ai medici operanti sul territorio i servizi offerti dal centro e a informare la popolazione sui servizi offerti e sulle modalità di accesso