Menu
Cerca

Un corso di teatro gratuito per gli under 30 a Ciserano

Un corso di teatro gratuito per gli under 30 a Ciserano
Treviglio città, 16 Gennaio 2019 ore 18:07

Sarà presentato domani sera, giovedì 17 gennaio,  il laboratorio teatrale gratuito dedicato ai più giovani proposto dal Comune di Ciserano in collaborazione con la compagnia Arahat Teatro e facente parte del «Progetto Pari Opportunità» finanziato da Regione Lombardia.

Corso di teatro gratuito

Si chiama TeatroAzione il nuovo progetto pensato per tutti i giovani dai 15 ai 30 anni: un teatro corporeo nel quale non sono i dialoghi ma il corpo degli attori a rappresentare il fulcro dell’azione. «Il progetto - ha spiegato l’assessore Caterina Vitali - ha l’obiettivo di far lavorare i giovani sul proprio corpo, per prenderne consapevolezza e allo stesso tempo imparare a rispettare sia il proprio che quello degli altri. Il progetto si inserisce in un la voro che stiamo portando avanti da tempo con i nostri giovani. Stiamo investendo molto su una cultura del rispetto e della parità di genere che parta proprio dall’adolescenza e cresca con i giovani fino all’età adulta».

Tutte le iniziative per i giovani

E i giovani ciseranesi stanno rispondendo con entusiasmo alle iniziative proposte dal Comune. Sono già oltre 40 le presenze registrate allo «Spazio Giovani» aperto il martedì pomeriggio dalle 15 alle 18 che hanno anche attivato un progetto di collaborazione con Pro Loco e commercianti per la realizzazione dei carri di carnevale. «Dopo il carnevale, a partire dal mese di Marzo - ha spiegato Vitali - partirà il progetto sull’attività fisica realizzato in collaborazione con il Cus di Bergamo, volto a far emergere la sostanziale assenza di disparità tra ragazzi e ragazze e a promuovere il rispetto di se stessi e degli altri. Ripartiranno poi con la scuola, sempre finanziati dal bando regionale i due percorsi dedicati agli studenti: quello per le classi terze sulle pari opportunità e quello per le classi prime sul rispetto dei luoghi pubblici e le regole di convivenza».

TORNA ALLA HOME