MILANO

Uccide la moglie a coltellate dopo un litigio: arrestato

 Forse per la disperazione, il 41enne, secondo le prime informazioni fornite dagli inquirenti, avrebbe utilizzato un coltello da cucina per autoinfliggersi delle ferite da taglio agli avambracci e due piccole ferite da punta e taglio sotto al costato.

Uccide la moglie a coltellate dopo un litigio: arrestato
Cronaca Bergamo e hinterland, 20 Giugno 2021 ore 12:00

Tragedia ad Arese, dove un uomo di 41 anni è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Rho, con l'accusa di aver ucciso la moglie a coltellate. Lo racconta primamilanoovest.it.

Uccide la moglie a coltellate dopo un litigio

Sabato mattina (19 giugno) concitato in via Gran Paradiso, dove i Carabinieri stanno effettuando i rilievi nell'appartamento del condominio dove risie la coppia. Secondo la prima ricostruzione,  durante un litigio, l'uomo, un messicano 41enne, ha colpito mortalmente con un coltello la moglie, connazionale di 48 anni. L'omicidio sarebbe avvenuto alle 7 di sabato.

41enne arrestato dai Carabinieri

L'uomo si era chiuso in bagno ma è stato arrestato dai carabinieri. Sul posto anche la Sezione Investigazioni scientifiche del Nucleo investigativo di Milano. Sul posto anche il medico legale.  Seguiranno aggiornamenti

Il tentativo di autolesionismo

Dalle ricostruzioni, l'uomo avrebbe tentato di farsi del male. Forse per la disperazione, il 41enne, secondo le prime informazioni fornite dagli inquirenti, avrebbe utilizzato un coltello da cucina per autoinfliggersi delle ferite da taglio agli avambracci e due piccole ferite da punta e taglio sotto al costato.

TORNA ALLA HOME