Trovato agonizzante in strada, muore in ospedale AGGIORNAMENTO

Un 40enne nordafricano è stato trovato agonizzante a Pioltello con una ferita alla testa. Trasportato in ospedale a Cernusco, è morto poco dopo.

Trovato agonizzante in strada, muore in ospedale AGGIORNAMENTO
Cronaca Treviglio città, 12 Agosto 2018 ore 10:05

Ora gli inquirenti indagano sull'accaduto. L'uomo, agonizzante, era stato segnalato da una passante, che non ha però assistito a quella che si pensa essere stata un'aggressione.

Agonizzante in strada

Come riportato dai nostri colleghi di LaMartesana.it , l'episodio è avvenuto ieri sera a Pioltello. Attorno alle 19:40, infatti, una passante ha segnalato la presenza di un uomo di circa 40 anni, probabilmente nordafricano, gravemente ferito. Il 40enne, agonizzante, vagava per strada con una grave ferita lacero-contusa alla testa.

Sul posto i soccorritori

Sul posto sono giunti tempestivamente i carabinieri della Compagnia di Cassano d’Adda e i soccorritori, che lo hanno trasportato all’ospedale Uboldo di Cernusco sul Naviglio, dove, nonostante i tentativi dei medici di salvarlo, è morto poco dopo.

Indagini in corso

L'uomo non aveva documenti con sé, ragion per cui sono ancora in corso le indagini degli inquirenti nel tentativo di identificarlo. I carabinieri hanno inviato inoltre gli uomini della Squadra Rilievi della scientifica. Non ci sarebbero testimoni di quella che, secondo le prime ipotesi investigative, è stata un’aggressione.

AGGIORNAMENTO: identificata la vittima

Nelle ultime ore l'uomo è stato identificato. Si tratta di un 42enne senza fissa dimora che era solito bazzicare lungo il percorso pedonale che costeggia la ferrovia. L'uomo, italiano e non nordafricano come si pensava inizialmente, aveva una vita al limite dell'emarginazione a causa della sua tossicodipendenza. Continuano comunque le indagini degli inquirenti, che non escludono alcuna possibilità: a ferire mortalmente il tossicodipendente 42enne potrebbe essere stata un'aggressione o una caduta dovuta all'assunzione di droghe. Non si esclude però neppure che a stroncare la vita dell'uomo sia stata un'overdose e che la ferita sia solo una conseguenza non letale. Per far luce sull'accaduto si attende l'autopsia.

 

Per leggere l'articolo dei nostri colleghi di LaMartesana.it clicca qui.

TORNA ALLA HOME.