Menu
Cerca

Treviglio è sempre più a misura di tutti: Tanti interventi per i disabili – TreviglioTV

Treviglio è sempre più a misura di tutti: Tanti interventi per i disabili – TreviglioTV
Cronaca 14 Dicembre 2016 ore 15:52

Redazione, 14 dicembre 2016

Una città sempre più a misura di disabili. Treviglio punta all’abbattimento delle barriere architettoniche.

E’ quanto emerge analizzando gli interventi che l’Amministrazione  comunale ha messo in atto per quanto riguarda l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sono infatti circa 180 mila gli euro investiti nel corso del 2016. In larga parte per interventi cosiddetti «piccoli», ma che hanno comunque grande importanza per chi ha delle disabilità. Si tratta di  sistemazioni di marciapiedi, eliminazioni di dislivelli e avvallamenti e riqualificazioni di attraversamenti pedonali che hanno interessato diverse strade della città: via Falcone-Borsellino (1.500 euro), via Bezzecca (2 mila euro), le intersezioni tra Via Galilei e via Giotto (mille euro) e tra Via Marconi e via Grossi (2 mila euro), via Tasso (mille euro) e Via Battisti (mille euro). Oltre ad altri interventi di entità minore, ci sono stati i circa 5 mila euro per la sistemazione dell’accesso all’oratorio di Castel Cerreto.  Grande importanza è stata poi data ai parchi pubblici. In particolare, sono stati rifatti i vialetti di quello in via Grossi (3 mila euro) ed è stato realizzato un nuovo ingresso per quello di via Canonica, con uno scivolo destinato proprio ai portatori di handicap (3 mila euro).

Passando agli interventi più «grossi», sono da annoverare i nuovi marciapiedi di via Carducci (15 mila euro), il rifacimento della pista ciclopedonale e del sottopasso ferroviario di via Bottego (40 mila euro), e l’intera riqualificazione dei marciapiedi di via Bignamini (100 mila euro).

«Come sempre – ha sottolineato l’assessore ai Lavori pubblici Basilio Mangano – coi confrontiamo con l’associazione “Come noi” per capire cosa non va e cosa serve in città per chi è affetto da disabilità».

«Il nostro sodalizio è nato 30 anni fa proprio per portare avanti le richieste dei disabili – ha sottolineato la presidente di “Come Noi”, Gonaria Congiu – Siamo riusciti a ottenere che Treviglio fosse accessibile a tutti  e io stessa, che mi muovo con la carrozzina, posso confermare che  sono in grado di girare quasi tutto il territorio».

 

In foto, da sinistra: Lucia Ornaghi, Gonaria Congiu e l’Assessore Basilio Mangano

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli