Menu
Cerca

Trescore Cremasco piange l’imprenditore Pietro Bonetti

Titolare di un'azenda di arredamento, fondò una squadra di ciclismo e divenne vicesindaco nella Giunta Groppelli

Trescore Cremasco piange l’imprenditore Pietro Bonetti
Cronaca 14 Settembre 2017 ore 16:01

Si è spento a 78 anni dopo lunga malattia l’imprenditore Pietro Bonetti. Una vita vissuta intensamente, tra lavoro, famiglia, passione ciclistica e politica, come vicesindaco nelle fila della Lega Nord.

Partito da zero

L’imprenditore Pietro Bonetti era partito dal nulla, forte solo del suo diploma alla «Scuola Radio Elettra» e della voglia di sfondare. Operaio alla «Condor», ditta che produce tv, nel lontano 1963 aveva deciso di mettersi in proprio. Un impegno premiato dal successo, infatti con il tempo ha creato un’azienda a conduzione familiare, e nel 1980 è nata «Bonetti Arredamenti» di via Moro.

La passione per lo sprt e la politica

Amava molto il suo lavoro ma anche lo sport e i giovani, infatti a metà degli anni Settanta aveva creato una squadra di ciclismo categoria Juniores. Il primo maggio a Trescore era una tradizione il gran premio. Dal 2000 al 2010 aveva anche scelto di entrare in politica, diventando vicesindaco della Giunta leghista guidata da Lucia Groppelli.

La malattia

Bonetti avrebbe festeggiato l’anno prossimo i 50 anni di matrimonio con la moglie Cesarina, che lo ha assistito negli ultimi quattro anni in cui l’Alzheimer lo ha aggredito.
«Nostra madre è stata una roccia – hanno continuato i figli – Gli è stata sempre accanto. Negli ultimi mesi è stato necessario ricoverarlo all’hospice “Kennedy” e vorremmo ringraziare tutto il personale che ha dimostrato professionalità e sensibilità straordinarie».
I funerali si sono svolti martedì pomeriggio nella chiesa parrocchiale, poi il feretro è stato tumulato nella cappella di famiglia nel cimitero cittadino.