Cronaca
Fornovo San Giovanni

Tir si ribalta e perde il carico (tossico), il recupero è durato tutta la notte

Gli agenti hanno lavorato senza sosta fino alla mattina successiva, insieme ai Vigili del fuoco di Treviglio, per mettere in sicurezza l'area.

Tir si ribalta e perde il carico (tossico), il recupero è durato tutta la notte
Cronaca Gera d'Adda, 10 Maggio 2021 ore 10:47

Ha perso il controllo del Tir ed è finito per ribaltarsi a lato della carreggiata perdendo sull'asfalto il carico di sostanze pericolose che stava trasportando. E' successo nel tardo pomeriggio di mercoledì a Fornovo San Giovanni.

Esce di strada e perde il carico

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 5 maggio, verso le 18.30, l’Assistente scelto Fabrizio Marangoni della Polizia Locale Caravaggio è intervenuto insieme ai colleghi Mattia Busi (Caravaggio) e Gianluca Castagna (Pagazzano), sulla sp 591 nel territorio di Fornovo San Giovanni in quanto un autoarticolato era uscito dalla sede stradale adagiandosi su un fianco lungo la scarpata adiacente la carreggiata.

L'intervento, per via delle molteplici problematiche che si sono verificate, per la complessità delle operazioni di recupero e per la natura della merce trasportata (sostanze chimiche liquide, pericolose per l'ambiente) si è protratto fin dopo le 9.30 della mattina successiva, impegnando i tre agenti per l'intera nottata su una delle principali arterie di collegamento tra la bassa bergamasca e il capoluogo e che interseca, nell'adiacente comune di Mozzanica, un'altra importante strada statale, la SS 11.

La lunga notte della Polizia locale

Gli agenti neoassunti Mattia Busi e Gianluca Castagna, benché alle "prime armi" nella Polizia locale, hanno saputo gestire in totale autonomia, con impegno e professionalità, l'incarico assegnato di regolare i flussi di traffico, sia all'inizio dell'intervento, istituendo il senso alternato di marcia, sia alle prime luci dell'alba quando i flussi migratori dei pendolari iniziavano a farsi consistenti, in particolare intervenendo sull'innesto della sp 591 con la SS 11, consentendo all’Assistente scelto Fabrizio Marangoni di assumere la gestione dell'emergenza ed evitando che la situazione potesse degenerare.

Per dar man forte ai colleghi intervenivano sul posto anche gli agenti Sergio Colpani e Giorgio Pace: gli agenti si sono presentati spontaneamente a fine del loro turno di servizio e si sono trattenuti ben oltre il consueto orario di lavoro per collaborare fattivamente nella gestione operativa e logistica dell'intervento.

Identica dimostrazione di senso di responsabilità davano anche gli altri colleghi Matteo Verga e Domenico Carusone in forza a Brignano Gera d'Adda, Alba Stillitano (Fornovo San Giovanni) e Aniello Cozzolino (Mozzanica) che allertati dalla comandante alle 8 di giovedì in soli 5 minuti dall’inizio del loro turno lavorativo erano tutti già presenti sul posto per dare il cambio ai colleghi provati dall’intervento che si è protratto senza sosta per l’intera nottata.

Vigili del fuoco in azione

Alla complessa operazione partecipava insieme alla squadra dei Vigili del Fuoco Volontari di Treviglio Amos Moriggi, di prossima nomina dopo aver superato il concorso per agente di Polizia locale con il concorso indetto dal Comune di Brignano Gera d’Adda, che ha offerto ai futuri colleghi un preziosissimo supporto tecnico, logistico e strumentale per tutte le complesse operazioni di messa in sicurezza del veicolo e di recupero del carico.

Bolandrini: "Grande spirito di squadra"

“Mi complimento, anche a nome dei colleghi sindaci, con tutti gli agenti intervenuti tempestivamente per gestire e risolvere una grave criticità: hanno mostrato professionalità e collaborazione, responsabilità e abnegazione al servizio della Comunità, qualità che vanno ben oltre quanto un semplice contratto di lavoro può chiedere e quasi mai remunerare - ha commentato il primo cittadino di Caravaggio Claudio Bolandrini - Sono lo spirito di squadra e il senso di appartenenza necessari per far crescere il neonato distretto di Polizia locale della Bassa bergamasca occidentale: in questo contesto i nuovi agenti potranno crescere professionalmente alla scuola dei colleghi più navigati per l’esperienza e le competenze acquisite sul campo. In tema di sicurezza davvero l’unione fa la forza e la differenza la fanno gli amministratori che anziché perdersi in vuota retorica con realismo, pragmatismo e lungimiranza sanno guardare oltre l’ombra del proprio campanile.”