Paura al bar Impero: stanotte la terza spaccata in due mesi

Stanotte ad agire intorno alle 3 a bordo di un camion rubato, sono stati sette malviventi, che all'arrivo dei carabinieri sono scappati a mani vuote.

Paura al bar Impero: stanotte la terza spaccata in due mesi
Cronaca Treviglio città, 07 Marzo 2018 ore 18:13

Ennesima spaccata stanotte al bar Impero di Pognano. Si tratta del terzo episodio del genere in poche settimane.

Ennesima spaccata

Sembrava tutto tranquillo ieri sera nella centralissima via da Vinci dove è collocato il rinomato bar Impero. Dopo la chiusura intorno alle 10 però il locale, frequentato da moltissimi pognanesi, è stato protagonista dell'ennesimo tentativo di furto. Intorno alle 3 di notte infatti sette malviventi hanno preso d'assalto il bar, sfondando la vetrina per mezzo di un camion da fabbro, precedentemente rubato tra Osio sotto e Levate. Una volta entrato nel locale, i ladri hanno portato via quattro slot machine e un cambia monete per poi caricare tutto sul camion. Proprio mentre si stavano dando alla fuga però sono giunti sul posto i carabinieri che hanno sbarrato loro la strada. I malviventi allora, hanno abbandonato il camion con la refurtiva per poi far perdere le loro tracce.

I precedenti

Il bar Impero però non è nuovo alle spaccate, tanto che l'ultima in ordine di tempo, si è verificata solo qualche settimana fa, nella notte tra il 20 e il 21 febbraio. Allo stesso orario, i malviventi muniti di pick up avevano sfondato la serranda e la vetrina del bar, per poi impossessarsi di un cambia monete per le slot machine. Il cambia monete poi era stato ritrovato, seppur scassinato, in un campo nei pressi della Farchemia. Mentre a circa un mese prima risalirebbe la prima della lunga serie di spaccate ai danni del bar pognanese.

"Siamo senza parole"

Questo l'unico commento che circola tra i clienti del bar e in paese. A sconcertare, oltre alla presa di mira del bar Impero da parte dei ladri, è anche il massiccio numero di malviventi che stanotte hanno partecipato alla spaccata: ben sette persone. La proprietaria del locale, molto sconfortata dall'accaduto, non si è sentita di rilasciare dichiarazioni. Al momento le Forze dell'ordine stanno effettuando le indagini necessarie per identificare la banda.