Cronaca

Tenta il suicidio ma viene salvato da un passante

L'uomo si è tagliato i polsi con una grossa lama all'interno di una piccola cappella lungo la Sp19, tra Crema e Campagnola

Tenta il suicidio ma viene salvato da un passante
Cronaca 06 Ottobre 2017 ore 14:47

Ha tentato di togliersi la vita ma un passante l'ha salvato. Il tragico gesto è accaduto oggi, venerdì, poco dopo le 13.30 lungo la strada provinciale 19, quella che mette in collegamento Crema a Campagnola. Un uomo di circa 60 anni di cui non sono note le generalità, ha tentato di compiere l'insano gesto con un grosso taglierino ma il provvidenziale intervento di un cremasco ha evitato il peggio.

In alto la pozza di sangue e in basso il taglierino utilizzato dall'uomo

L'insano gesto

Il 60enne ha individuato come luogo dove farla finita la cappella votiva che sorge lungo la Sp19, circa a metà del rettilineo fra Crema e Campagnola, meta di pellegrinaggi e momenti di sosta. Un luogo riservato e tranquillo ma frequentato da molti anche per la vicinanza con la strada. L'uomo, una volta appesa la giacca alla porta d'ingresso della cappella, ha quindi estratto la grossa lama ferendosi profondamente i polsi all'interno del cortiletto, fra le panchine di sosta. Mentre stava compiendo il gesto, però, è sopraggiunto un passante in bicicletta. L'uomo ha immediatamente fermato il 60enne e ha subito dato l'allarme al numero unico di emergenza 112.

I soccorsi

Carabinieri e soccorritori sul posto

L'allarme è quindi scattato alle 13.40 quando sul posto si è precipitata a sirene spiegate e in codice rosso un'automedica, un'ambulanza della Croce Verde di Castellone e i carabinieri di Crema. Il 60enne è stato soccorso e dopo aver stabilizzato le sue condizioni i sanitari hanno provveduto al suo trasportato all'ospedale Maggiore in codice giallo. Anche il passante ha dovuto ricorrere alle cure mediche a causa del forte shock.