Cronaca
Ostiano

Tenta di uccidere la moglie a coltellate, 55enne in carcere

A restare ferita una 52enne che si trova ricoverata all'ospedale Maggiore di Cremona in prognosi riservata.

Tenta di uccidere la moglie a coltellate, 55enne in carcere
Cronaca Cremasco, 02 Agosto 2022 ore 15:55

Ha colpito la moglie con un coltello da cucina all'apice dell'ennesima lite: ora si trova in carcere a Cremona. E' successo la sera del 30 luglio scorso a Ostiano. A restare ferita una 52enne che si trova ricoverata all'ospedale Maggiore di Cremona in prognosi riservata.

Accoltella la moglie poi chiama il 118

E finito in tragedia l’ennesimo litigio tra i due, lei 52enne disoccupata e lui 55enne, con precedenti di polizia, operaio. L’aggressione
risale alla sera di sabato 30 luglio quando la centrale operativa dei Carabinieri di Cremona ha ricevuto, poco dopo le 20.30, una telefonata dal personale del 118 che aveva ricevuto una chiamata di un uomo che diceva di abitare a Ostiano e di avere appena pugnalato la moglie
all’addome, chiedendo di soccorrerla con urgenza.

Quattro fendenti all'addome, 52enne in pericolo di vita

I carabinieri della Stazione di Vescovato si sono precipitati sul posto e in pochi minuti si sono presentati all’indirizzo indicato dal 55enne dove, al secondo piano, c’era lui ad attenderli sulla porta di casa, confermando di avere accoltellato la moglie. I militari hanno verificato che l’uomo non avesse addosso delle armi e, mentre uno di loro controllava il 55enne, l’altro è corso nella camera da letto dove ha trovato la donna che giaceva sul letto in un lago di sangue, viva, ma colpita con quattro fendenti all’addome e un fendente al collo, quest’ultimo fortunatamente non profondo.

L’uomo è stato quindi ammanettato e tenuto sotto controllo. Nel frattempo è arrivato il personale del 118 che ha soccorso la 52enne e l’ha
accompagnata d’urgenza all’ospedale Maggiore di Cremona dove è arrivata in codice rosso e in pericolo di vita. E’ stata sottoposta a un
delicato intervento chirurgico per ridurre le ferite e l’operazione è andata bene, ma si trova ancora ricoverata in terapia intensiva e in prognosi riservata, in pericolo di vita.

Ennesima lite finita tragicamente

Nell’abitazione invece sono andate avanti le attività di indagine con il supporto dei carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Cremona e del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Cremona che hanno anche effettuato tutti i rilievi di rito. Ed è stato ricostruito che, come già successo due sere prima, la coppia aveva litigato furiosamente per futili motivi e lui si è armato di un coltello da cucina appuntito e con lama seghettata, è tornato in camera da letto e ha trafitto l’addome della moglie per quattro volte e poi le ha procurato un taglio sul collo, quest’ultimo ad altezza centrale.

La donna non ha avuto la possibilità di difendersi o scappare probabilmente perché colpita all’improvviso. Poi l’uomo ha chiamato i soccorsi e, quando lo hanno bloccato, i militari hanno accertato che aveva bevuto degli alcolici e aveva diverse tracce di sangue sul corpo. Durante l’ispezione della casa, è stato trovato e sequestrato nel lavandino della cucina il coltello utilizzato per commettere il reato, che l'uomo aveva già lavato.

Arrestato, ora è in carcere

Al termine delle attività di indagine e della ricostruzione dell’evento è stato accompagnato presso la caserma di Ostiano dove è stato dichiarato in arresto per tentato omicidio e successivamente accompagnato presso il carcere di Cremona in attesa della convalida dell’atto. Nella primo pomeriggio del 2 agosto è intervenuta la convalida dell’arresto e il giudice ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter