Cronaca
Misano

Tenente Emanuele Carioni, il ricordo nel centenario della nascita

Domani, lunedì, le classi quarte e quinte della scuola elementare (che porta il suo nome) lo ricorderanno in sala consiliare. La nipote Maria Lucia donerà al Comune la Laurea honoris causa assegnata dall'Università degli Studi di Milano.

Tenente Emanuele Carioni, il ricordo nel centenario della nascita
Cronaca Gera d'Adda, 21 Novembre 2021 ore 12:26

Cadeva ieri, sabato 20 novembre, il centenario delle nascita del tenente Emanuele Carioni, l'eroe di guerra misanese, trucidato all'età di 22 anni dalle SS naziste nell'eccidio di Fossoli, insieme ad altri 66 prigionieri politici, nel campo di concentramento della frazione di Carpi il 12 luglio 1944. Il paese lo ricorda con un'iniziativa rivolta alle scuole.

Il centenario del tenente Emanuele Carioni

E' sicuramente il cittadino di Misano di Gera d'Adda più illustre. A lui sono dedicate una strada - quella che dal centro storico conduce verso il Santuario di Caravaggio, un parco pubblico e, soprattutto, le scuole Primaria e Secondaria di primo grado di via Maestri. Emanuele Carioni è stato vittima di uno degli episodi più bui della seconda guerra mondiale, quello che gli storici hanno definito l'eccidio di Fossoli. Insieme ad altri 66 internati nel campo di concentramento nella frazione di Carpi, l'allora 22enne soldato misanese, il 12 luglio 1944 fu trasportato al vicino poligono di tiro di Cibeno per essere trucidato dai nazisti. Ogni anno, in estate, Misano ricorda il sacrificio del suo giovane concittadino e quest'anno, in occasione del centenario della sua nascita, la nipote Maria Lucia Donadoni ha coinvolto le scuole del paese in un lavoro di ricerca sulla vita dello zio. Domani, lunedì, 22 novembre, le classi quarte e quinte della Primaria saranno ospiti in sala consiliare - dove campeggia il quadro del soldato misanese - per onorarne il ricordo in compagnia di docenti, la nipote Maria Lucia e il sindaco Daisy Pirovano.

Il ricordo della nipote e un dono al Comune

Emanuele Carioni
La Laurea honoris causa assegnata, post mortem, al tenente Emanuele Carioni dall'Università degli Studi di Milano

Nel centenario della nascita di Emanuele Carioni è stata la nipote Maria Lucia Donadoni a dedicare al tenente misanese un pensiero pieno di amore. "Posso tranquillamente affermare che uno degli scopi della vita di mia mamma (Ersilia Carioni, maestra elementare e sindaco di Misano dal 1956 al 1980, scomparsa nel 2018 a 94 anni, ndr) sia stato quello di vivere per permettere al suo adorato fratello Emanuele di continuare a vivere in lei. Il 20 novembre ricorre il centenario della nascita di mio zio e lei non c’è più... Spetta quindi a me il Dovere e l’Onore di farne MEMORIA. Ho pensato che il miglior modo di ricordarlo oggi, nel contesto in cui stiamo vivendo, fosse quello di farlo conoscere alle bambine e ai bambini che frequentano la scuola elementare a lui dedicata. Grazie al lavoro delle loro insegnanti si sono appassionati alla breve vita di Emanuele con un interesse e una curiosità che mi auguro alimenti il seme della Memoria".
Domani, lunedì, in occasione della visita delle classi di quarta e quinta elementare in sala consiliare, la nipote Maria Lucia donerà al Comune di Misano  la "Laurea honoris causa" attribuita al tenente Emanuele Carioni, post mortem, dall’Università degli Studi di Milano.

Le parole del sindaco Daisy Pirovano

Ieri, sabato, in occasione del centenario della nascita del Tenente Emanuele Carioni, il sindaco di Misano Daisy Pirovano ha affidato il suo ricordo ai social con un post toccante. "Buon compleanno, caro Emanuele! Oggi è il centenario della tua nascita e Misano ti ricorda sempre con affetto e riconoscenza. Sono cresciuta nella via che porta il tuo nome e ora a te sono dedicati anche una scuola e un parchetto dove famiglie e bambini si ritrovano a giocare. Per tanti anni tua sorella Ersilia, sindaco e maestra di Misano, ha fatto in modo che la nostra comunità non ti dimenticasse e, da quando lei ti ha raggiunto e non piange più per la tua tragica scomparsa, tua nipote Maria Lucia e noi tutti continuiamo a ricordarti. Anche le insegnanti e i bambini di tutte le classi delle elementari hanno voluto renderti omaggio per celebrare il tuo compleanno e lunedì saremo tutti assieme in Comune, davanti al tuo grande dipinto, con i più grandicelli delle classi quarte e quinte e con la tua nipotina Maria Lucia, che ringrazio di cuore per il prezioso regalo che ha voluto fare al nostro Comune".