Telefonate troppo rumorose, scoppia la protesta dei residenti

I residenti si lamentano, ma non hanno mai parlato né con l'interessato né con il sindaco.

Telefonate troppo rumorose, scoppia la protesta dei residenti
Cremasco, 30 Agosto 2018 ore 15:35

Telefonate troppo rumorose a tarda sera, sotto le finestre dei casalettesi. Accade nel cuore di Casaletto Vaprio, in piazza Maggiore, proprio davanti al Municipio.

Residenti in protesta per le telefonate troppo rumorose

A denunciare il chiasso sono stati alcuni residenti, che lamentano un continuo disturbo della quiete pubblica provocato da un cittadino straniero che si reca di fronte al Comune per effettuare delle telefonate che… coinvolgono un po’ troppo il vicinato. Nell’area antistante il Municipio è infatti presente una rete wi-fi “aperta”, ossia accessibile a chiunque senza il bisogno di inserire una password.

La sindaca: “Se necessario si denunci”

Queste telefonate si tengono sempre dopo cena, in un orario compreso fra le 10 e le 2 di notte, ma pare che nessuno dei casalettesi infastiditi abbia chiesto all’interessato di abbassare il tono della voce. «Penso di aver capito di chi si tratti, ma non ho mai ricevuto segnalazioni sul suo conto – ha spiegato la sindaca Ilaria Dioli – Una volta una famiglia mi ha fermato per denunciare degli schiamazzi, ma si trattava di un gruppo di ragazzi che si radunava di fronte al Comune. Venne apposto un cartello in cui si chiedeva di tenere un tono di voce adeguato al rispetto della quiete pubblica e il problema si risolse». La sindaca ha invitato i cittadini a intraprendere, qualora lo ritenessero necessario, le vie legali idonee a risolvere questi casi.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia