Taglio del nastro per la nuova sede della Farmacia comunale

Sono stati inaugurati oggi i locali di viale Ortigara, dove è stato trasferito il negozio che dal 1972 era aperto in via Pontirolo.

Taglio del nastro per la nuova sede della Farmacia comunale
Treviglio città, 04 Novembre 2019 ore 16:10

Taglio del nastro per la nuova sede della Farmacia Comunale 2 di Treviglio, che da via Pontirolo (dove era stata aperta nel 1972) si è trasferita in viale Ortigara.

Taglio del nastro

L’inaugurazione si è tenuta oggi, lunedì 5 novembre, a mezzogiorno, in occasione del primo giorno di apertura, dopo i necessari lavori di ristrutturazione e il trasloco. Presenti la Giunta quasi al completo, il personale e qualche ex dipendente, e la “padrona di casa”, Maria Flora Renzo, amministratore unico di “Ygea”, la società che gestisce le farmacie comunali, oltre che il Centro diurno integrato, il Centro Idrokin e il servizio di assistenza scolastica sugli scuolabus.

Più spazio e più servizi

Nella nuova sede ci sarà più spazio (123 metri quadrati invece che 54) e più servizi. Due le principali novità: da dicembre aprirà il servizio Cup, ovvero si potranno prenotare le visite specialistiche (sia nel pubblico che in privato), mentre già da questa settimana l’orario sarà esteso anche al sabato pomeriggio. La farmacia, inoltre, ha già attivato il servizio “RisparmiaTempo”, per prenotare i farmaci comodamente da casa (da ritirare poi in farmacia senza fare la coda) e il servizio di autoanalisi.

“Scelte vincenti”

“Il 6 novembre di un anno fa abbiamo presentato il piano di ristrutturazione aziendale – ha detto Renzo prima del taglio del nastro – A un anno di distanza abbiamo concluso tutto quello che ci eravamo prefissati di realizzare in un biennio. Quando ho illustrato il progetto al personale, qualcuno aveva dei timori. Invece la sfida è stata poi raccolta da tutti e alla fine le scelte si sono dimostrate vincenti. La Farmacia 2 sarà più grande e potrà offrire nuovi servizi agli utenti. Mi auguro che vengano ottenuti i risultati sperati”. “Verrebbe facile partire dal 2011 – ha aggiunto il sindaco Juri Imeri – quando l’allora candidato sindaco Beppe Pezzoni disse ‘no’ al progetto di vendita delle farmacie comunali della Giunta di centrosinistra. Per noi erano un patrimonio e oggi abbiamo una società con un bilancio positivo, oltre a personale motivato e stabilizzato”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia