Rogge inquinate: Campagnola si unisce all’esposto in Procura

Stefania Bonaldi aveva chiesto l'apertura di un tavolo regionale a causa del coinvolgimento di due province nell'atto vandalico di aprile.

Rogge inquinate: Campagnola si unisce all’esposto in Procura
Cremasco, 30 Aprile 2018 ore 19:36

Gli Amministratori dei comuni coinvolti nel disastro ambientale coinvolgente le rogge, si sono recati a Caravaggio con la sindaca di Crema Stefania Bonaldi per inoltrare un esposto. Fra questi, c’era il sindaco di Campagnola Cremasca che ha annunciato: «Ci costituiremo parte civile».

L’esposto

Sono Capralba, Campagnola e Crema i comuni cremaschi bagnati dalla «Roggia Rino». Il canale irriguo preso di mira dagli sversamenti di materiale zootecnico, il mese scorso ha visto morire tutta la flora e fauna subacquea. La denuncia congiunta è stata trasmessa tramite la Polizia locale di Caravaggio alla Procura della Repubblica di Bergamo. Sembra che i proprietari della cascina incriminata abbiano denunciato un “sabotaggio” ai loro danni.

Campagnola parte civile

Il primo cittadino di Campagnola, Agostino Guerini Rocco, ha espresso la volontà di costituirsi come parte civile nel processo e chiedere i danni che verranno eventualmente riconosciuti. «Nel 2018 è inaccettabile che avvengano ancora episodi di questo genere – ha detto – Speriamo che questo episodio metta il punto al fenomeno e condanni i responsabili».

 

Leggi di più sul CremascoWeek in edicola il 4/5

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia