Suore adoratrici in festa al Santuario per il beato don Francesco Spinelli

Il pomeriggio di festa prenderà il via alle 15.30 con la tavola rotonda per la presentazione del libro “Conversazioni Eucaristiche”.

Suore adoratrici in festa al Santuario per il beato don Francesco Spinelli
Treviglio città, 06 Febbraio 2018 ore 08:00

Si celebrerà quest’anno al Santuario di Caravaggio la festa del beato don Francesco Spinelli. L'appuntamento è per oggi pomeriggio nello stesso luogo dove, nel 1192, venne beatificato da papa Giovanni Paolo II.

Suore adoratrici in festa

L'appuntamento ricorre nel giorno della memoria liturgica del fondatore delle Suore Adoratrici, per il quale sta continuando il suo cammino verso la canonizzazione. La Congregazione della Causa dei Santi, infatti, si è già espressa positivamente riguardo al miracolo avvenuto nel 2007 a favore di un neonato, il piccolo Francesco Spinelli Maria Diaz, a Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo. Ora i passi che attendono l’iter sono il Congresso dei Cardinali, a fine febbraio, e quindi il Concistoro, in cui papa Francesco fisserà la data della canonizzazione.

Ieri l'adorazione a Rivolta

La festa liturgica è stata anticipata ieri sera, alle 21 a Casa madre, a Rivolta d’Adda, con un momento di adorazione proprio nella chiesa che custodisce il corpo del Beato. Oggi, il 6 febbraio, invece al santuario di Caravaggio, si terrà un pomeriggio di preghiera e riflessione.

Tavola rotonda per la presentazione del libro

Alle 15.30 nell’auditorium del Centro di spiritualità ci sarà una tavola rotonda di presentazione il libro “Conversazioni Eucaristiche”, un testo di padre Spinelli, che egli stesso aveva fatto stampare nel 1886. Recentemente rieditato in versione aggiornata, il libro sarà presentato dal vescovo di Cremona Antonio Napolioni, che ne ha scritto la prefazione, insieme al teologo don Ezio Bolis e suor Paola Rizzi, curatori della nuova edizione.

La messa solenne

Alle 17.30 il pomeriggio troverà il suo culmine con la Messa solenne nella basilica del Santuario, presieduta dal vescovo Napolioni, per onorare il beato Spinelli e chiedere ancora la sua intercessione per la vita e il cammino di ognuno.