Blitz con i bastoni tra tifosi, scatta la denuncia

Un vero e proprio raid, incappucciati e armati, per rubare uno striscione. Un 33enne identificato e denunciato.

Blitz con i bastoni tra tifosi, scatta la denuncia
Cronaca Treviglio città, 29 Dicembre 2018 ore 09:00

Non tutti nella capitale sbocciano i fiori del male, cantava De Andrè. E così mentre a Milano negli scontri tra ultras fuori dallo stadio un uomo è morto, anche a Treviglio il fair play tra tifosi non sembra essere particolarmente apprezzato. Nella notte tra sabato e domenica scorsi c'è stato addirittura un blitz con i bastoni tra tifosi per rubare uno striscione ai membri dello Juventus Club di ritorno da una partita.

Blitz con i bastoni tra tifosi

Hanno aspettato i tifosi juventini, armati di bastone e incappucciati, per rubare loro uno striscione. Il classico blitz in stile ultras, messo a segno nella notte tra sabato e domenica scorsi nel parcheggio lungo la ex Statale 11, davanti al bar "Mocado", sede dello Juventus Club Treviglio. Proprio pochi giorni prima di Atalanta-Juventus, giocata il giorno di Santo Stefano.

Tutto per rubare uno striscione

Alcuni tifosi di ritorno dal match Juventus-Roma si sono attardati sul piazzale. Improvvisamente, da dietro le siepi, sono sbucate alcune persone incappucciate e armate di bastone. Sono partiti insulti, minacce e persino veri e propri colpi nei confronti dei tifosi bianconeri, che subito hanno ipotizzato che si trattasse di tifosi atalantini. L’obiettivo era uno: impadronirsi dello stendardo del club.Nella cultura ultras rubare lo striscione al tifoso avversario, soprattutto se ultras, è un vero e proprio sfregio paragonabile al furto della bandiera avversaria in guerra.

Trevigliese identificato dalla Digos

Il gruppetto si è poi dileguato, ma già il mattino seguente, gli uomini della Digos di Bergamo hanno identificato uno degli autori: si tratta di un 33enne di Treviglio, frequentatore dello stadio di Bergamo. Non risulta un volto noto della Curva Nord, il covo atalantino, quindi è possibile che abbia agito in autonomia. Per lui è scattata una denuncia a piede libero per lesioni, minacce e rapina. Intanto si cercano gli altri componenti della banda.

TORNA ALLA HOME