Cronaca
Spino d'Adda

"Stop ai botti di Capodanno": la proposta trasversale a Spino

Il sindaco: "C'è un regolamento, lo faremo rispettare".

"Stop ai botti di Capodanno": la proposta trasversale a Spino
Cronaca Cremasco, 27 Dicembre 2021 ore 16:12

"Sindaco,  ferma petardi e fuochi artificiali". A chiederlo a gran voce è il "Comitato ambiente e benessere" di Spino d'Adda, a pochi giorni dal Capodanno che, ogni anno, costa la vita a centinaia di animali domestici.

La proposta di Bordogna: stop ai botti

La proposta è stata inizialmente avanzata a mezzo social da uno dei membri, Claudio Bordogna, che ha trovato l’appoggio di quegli spinesi che ritengono fondamentale tutelare la quiete di anziani e animali domestici in primis.
In una lettera inviata al sindaco Enzo Galbiati, il comitato ha elencato tutti gli aspetti negativi correlati all’utilizzo di botti e fuochi artificiali, sottolineando l’importanza dell’articolo 68 del regolamento di Polizia urbana, che prescrive il divieto di accendere fuochi artificiali e falò, fare spari di qualunque tipo e gettare fiammiferi o oggetti accesi all’interno del territorio comunale. Quindi ha chiesto che la norma venga puntualmente osservata.

"Date queste premesse, le chiediamo di comunicare alla popolazione che già esiste un divieto e conseguentemente di provvedere ad una adeguata attività di controllo e repressione delle violazioni, per fare in modo che le specifiche prescrizioni siano pienamente efficaci, a vantaggio della salute e della sicurezza di tutti gli spinesi» ha scritto il presidente del comitato Vincenzo Mottola.

Il sindaco "Il regolamento sarà fatto osservare"

Il sindaco Galbiati dal canto suo ha replicato così:

"l regolamento in materia verrà fatto osservare, compatibilmente con gli orari di servizio della Polizia locale. Purtroppo però, diversamente dalle grandi città, a Capodanno gli agenti non saranno operativi per farlo rispettare".

Anche Spino futura è d'accordo

Dello stesso avviso del comitato è il consigliere non eletto di "Spino Futura" Nunzio Ruzzo, convinto che si debba inquadrare la questione sotto il profilo ambientale.

"Propongo all’Amministrazione un provvedimento per la tutela della qualità dell’aria - ha scritto - Bandire definitivamente ogni tipo di botto o fuoco d’artificio sarebbe un provvedimento coerente con gli obiettivi di sostenibilità e qualità ambientale cui l’intera cittadinanza verrebbe chiamata a contribuire. So che molti non saranno d’accordo, anche a me piacciono molto, ma sono inutili e dannosi per l’ambiente, per la nostra salute e quella dei nostri animali".

Leggi anche: Dieci regole per proteggere i propri animali domestici dai botti