Spaccio nei campi di Torre Pallavicina, arrestato 24enne marocchino

A segnalare lo strano andirivieni di auto sono stati i residenti.

Spaccio nei campi di Torre Pallavicina, arrestato 24enne marocchino
Cronaca Romanese, 31 Dicembre 2019 ore 13:12

Spaccio nei campi di Torre Pallavicina: arrestato ragazzo marocchino di 24 anni. Nel pomeriggio di ieri, a Torre Pallavicina, i carabinieri della Stazione di Calcio, hanno arrestato un ragazzo marocchino incensurato di 24 anni, nullafacente, con una richiesta di permesso di soggiorno pendente presso la Questura di Ravenna.

Spaccio a Torre Pallavicina

Dopo diverse segnalazioni giunte in caserma da parte dei residenti, che indicavano un via vai di auto sospetto in atto da diversi giorni nell’area campestre che sorge nei pressi della ditta Farco Derma di Torre, i militari hanno subito attivato una serie di servizi di osservazione. Eseguiti i primi appostamenti i carabinieri si sono subito resi conto che quel andirivieni di veicoli era legato a una attività di spaccio, tenuta da due soggetti stranieri. Alla guida dei numerosi mezzi notati, erano gli acquirenti che arrivavano sul posto, abbassavano il finestrino e, avvicinatosi uno dei due spacciatori, gli cedevano il denaro ricevendo in cambio la sostanza stupefacente da loro richiesta. Qui, infatti, ce ne era per tutti i gusti, cocaina, eroina e hashish. Giusto un paio di osservazioni da parte dei militari e ieri pomeriggio hanno deciso di passare all’azione.

Scatta il blitz

Dopo un paio di ore dall’inizio dell’ennesimo appostamento, alle 16 circa, 4 militari hanno circondato l’area e si sono mossi verso il punto dove stanziavano, in attesa del cliente di turno, i due spacciatori. Alla vista dei carabinieri i due si davano alla fuga e buttandosi in un canale lì vicino per attraversarlo, pensando così di averla fatta franca. In realtà al di là del canale ad aspettarli c’era un altro militare che è riuscito ad acciuffarne uno, mentre il secondo si dileguava. Il fermato è stato perquisito e indosso sono stati rinvenuti e sequestrati oltre 110 grammi di cocaina, 80 di eroina, 15 di hashish e quasi 5mila euro in contanti, a tagli di piccole banconote. Dichiarato in arresto, al termine dell’operazione è stato rinchiuso nel carcere di Bergamo e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità