Menu
Cerca
Dalmine

Spacciava cocaina, colto in flagrante e arrestato dai carabinieri

I carabinieri hanno arrestato, in flagranza di reato per spaccio di cocaina, O.E. marocchino ventisettenne domiciliato ad Osio Sotto.

Spacciava cocaina, colto in flagrante e arrestato dai carabinieri
Cronaca Media pianura, 19 Febbraio 2020 ore 11:32

Spacciava cocaina, colto in flagrante e arrestato dai carabinieri. E’ successo ieri pomeriggio, 18 febbraio 2020, a Dalmine.

Arrestato spacciatore

I carabinieri della Stazione e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Treviglio, a seguito di mirate indagini di polizia giudiziaria, tra Osio Sotto e Dalmine, hanno arrestato, in flagranza di reato per spaccio di cocaina, O.E. marocchino ventisettenne residente nel milanese, di fatto domiciliato ad Osio Sotto.

Dalle segnalazioni di alcuni cittadini del posto, da alcuni giorni, l’Arma di Treviglio aveva intensificato i controlli nell’area dopo aver rintracciato e segnalato quali assuntori di sostanze stupefacenti alcuni clienti del nordafricano. L’attività info-investigativa era poi proseguita con la collaborazione di alcuni residenti di Osio Sotto che avevano confermato la presenza di un probabile spacciatore a bordo di una Renault Clio nera che gravitava in zona. I costanti pattugliamenti diurni e notturni hanno così permesso di rintracciare la vettura e monitorare, con molta discrezione, l’attività del conducente che, nel pomeriggio di ieri, ignaro dell’attenzione riservatagli dagli investigatori, ha raggiunto il parcheggio dell’Euronics di Dalmine dove, dopo aver incontrato un giovane italiano, ha contrattato e poi effettuato la cessione di una “pallina” di cocaina, a fronte del pagamento di 30 euro.

Beccato mentre cedeva la cocaina

A scambio avvenuto, i militari sono subito intervenuti bloccando sia l’acquirente (al quale è stata poi contestata la violazione amministrativa e ritirata la patente di guida) che lo spacciatore,
addosso del quale, dopo la perquisizione, sono state trovate ulteriori sei dosi di cocaina. Sebbene il nordafricano negasse di avere un’abitazione in zona dicendo di essere residente a
Casarile, in provincia di Milano, l’attività investigativa svolta in precedenza ha consentito ai carabinieri di raggiungere la sua dimora in via Don Manzoni di Osio Sotto e procedere così alla
perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire altre otto dosi di cocaina e una ventina di grammi di hashish che il giovane marocchino custodiva all’interno di un giubbino lasciato nella propria camera da letto.

Oggi la direttissima

Nel corso delle operazioni di polizia, i militari hanno rinvenuto e sequestrato anche materiale utilizzato per il confezionamento, diversi smartphone presumibilmente utilizzati per tenere i contatti con i clienti e denaro contante per un importo complessivo di 380 euro. A quel punto lo spacciatore è stato dichiarato in arresto e trattenuto nelle camere di sicurezza del Comando Compagnia di Treviglio in attesa dell’udienza di convalida con rito direttissimo previsto questa mattina davanti al Tribunale di Bergamo.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli