Menu
Cerca

Spaccata al negozio di elettrodomestici: danni per circa 10mila euro FOTO

E' successo nella notte tra lunedì e ieri a Urgnano. Un'auto con a bordo 4 uomini si è scagliata contro la saracinesca del punto vendita Cucchi.

Spaccata al negozio di elettrodomestici: danni per circa 10mila euro FOTO
Cronaca Romanese, 20 Giugno 2018 ore 10:05

E' successo nella notte tra lunedì e ieri a Urgnano. Un'auto con a bordo 4 uomini si è scagliata contro la saracinesca del punto vendita di elettrodomestici Cucchi.

Spaccata al negozio Cucchi

L'episodio si è verificato alle 3.30. A chiamare il 112 ci hanno pensato i vicini di casa che abitano sopra al negozio di via Cristoforo Colombo. "Un forte boato, avevo così paura che non riuscivo a schiacciare il tasto per chiamare le Forze dell'ordine" ha raccontato una vicina. Perché infatti i 4 malviventi a bordo di un audi scura hanno usato il proprio veicolo come un ariete. Dapprima, sempre con l'auto hanno spostato il panettone che blocca l'accesso alla stradina dove si trova l'entrata del negozio. Rimosso l'ostacolo, si sono scagliati prima contro alcune fioriere per poi dirigersi contro la saracinesca, aprendosi così un varco per entrare nel punto vendita di elettrodomestici.

4 foto Sfoglia la gallery

Vetrinette rotte con le mazze

A colpi di mazza poi i delinquenti hanno distrutto le vetrinette al cui interno c'erano tablet e cellulari. I ladri hanno arraffato più che potevano. "In tutto ci hanno impiegato sì e no solo 5 minuti" - ha spiegato sempre la vicina. Ancora impossibile quantificare esattamente l'ammontare dei danni. Si ipotizza però una perdita di circa 10mila euro. I malviventi prima di ricorrere alla vettura per effettuare la spaccata, avevano cercato di staccare un cartellone pubblicitario posto ai lati, credendo che al di sotto di questo vi fosse del vetro. Scoperto che in realtà c'era anche lì una saracinesca, i ladri hanno deciso di usare la vettura come un ariete.

Solo tablet e cellulari

Entrati nel negozio, i delinquenti si sono precipitati verso tablet e cellulari prendendone il più possibile. Non hanno invece preso gli altri elettrodomestici esposti nel negozio. Hanno comunque danneggiato alcuni forni a microonde. Durante la spaccata è scattato l'allarme collegata ai proprietari che sono corsi al negozio. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Urgnano e di Treviglio. Subito i militari si sono messi sulle tracce dei delinquenti grazie anche alle immagini della videosorveglianza. "Questa è la seconda spaccata che si verifica qui - ha spiegata la vicina - la prima risale a 14 anni fa prima che arrivassero i Cucchi. I ladri sicuramente non erano italiani, dall'accento si può presumere che siano dell'est europa. In realtà dei quattro solo uno parlava, impartendo ordini. La sua lingua ricordava il rumeno".

TORNA ALLA HOME