Cronaca
Rapporto Cerved

Sostenibilità, Bergamo è la quinta provincia italiana: bene l'ecologica, male sanità e giustizia

Secondo posto in Italia per sostenibilità idrogeologica e sismica, gestione dei rifiuti, consumi e riconversione energetica.

Sostenibilità, Bergamo è la quinta provincia italiana: bene l'ecologica, male sanità e giustizia
Cronaca Bergamo e hinterland, 20 Settembre 2022 ore 09:59

Tra le province più sostenibili d'Italia c'è anche Bergamo, che è la quinta a livello nazionale. È quanto emerge dal rapporto “Italia sostenibile” presentato da Cerved e basato sull'analisi di duecento variabili, organizzate in cinquanta tematiche a loro volta suddivise in diciassette componenti. Come riporta Prima Bergamo, il risultato è una fotografia della sostenibilità italiana in termini di economia, sociale, ma anche idrogeologia, sismicità e ambiente.

Sostenibilità, Bergamo al quinto posto

Bergamo ha restituito alcuni tra i migliori risultati, sotto diversi punti di vista. Il report la vede al decimo posto per sostenibilità economica e al tredicesimo per rete infrastrutturale, al diciannovesimo per occupazione e dinamiche del lavoro, al ventitreesimo posto per sostenibilità sociale e stabilità delle famiglie, al decimo per condizione degli anziani e assistenza ai nuclei familiari. Ma il risultato più importante Bergamo lo ha ottenuto nella sostenibilità ambientale, meritando il secondo posto in Italia per sostenibilità idrogeologica e sismica, gestione dei rifiuti, consumi e riconversione energetica.

In miglioramento anche l'inquinamento, anche se presenta ancora livelli superiori alla media italiana. Secondo il rapporto Cerved, il capoluogo orobico è stato però in grado di raggiungere un buon livello di efficienza dei consumi e di riconversione energetica, nonché una quota significativa di imprese avanzate nella transizione ecologica. Tutto ciò ha permesso a Bergamo di posizionarsi quarta provincia italiana per energia proveniente da fonti rinnovabili, undicesima per gestione di scorie e rifiuti, settima per rischi legati a transizione ecologica.

Se la nostra città ha ottenuto ottimi risultati in termini di sostenibilità ambientale, purtroppo non si può dire lo stesso per sistema sanitario, sicurezza e giustizia, che hanno registrato valori da settantunesimo posto. Basse le performance per il sistema giudiziario e carcerario, così come per il numero di reati contro il patrimonio che supera la media italiana.

E l'Italia?

E l'Italia, come è messa rispetto agli altri Stati europei? Il rapporto di Cerved la vede quindicesima su ventinove nazioni, ma con livelli di sostenibilità inferiori alla media europea soprattutto a causa di cattive performance economiche e sociali, mentre in termini di sostenibilità ambientale si evidenziano buone prestazioni: siamo al nono posto, al di sopra della media europea e della Francia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter