Degrado

Siringhe e rifiuti, alla stazione di Calcio si è fermata la civiltà

E' uno dei luoghi più funzionali al trasporto per due e Comuni, Calcio e Cividate, ma nonostante questo la situazione di degrado avanza inesorabile.

Siringhe e rifiuti, alla stazione di Calcio si è fermata la civiltà
Cronaca Bassa orientale, 10 Febbraio 2021 ore 17:00

E' uno dei luoghi più funzionali al trasporto per due e Comuni, Calcio e Cividate, ma nonostante questo la situazione di degrado continua ad avanzare inesorabilmente.

La stazione dei treni in degrado

A farne le spese sono i pendolari, che ogni mattina e ogni sera si trovano a percorrere un sottopasso dove ogni angolo riserva delle brutte sorprese. Come delle stringhe usate da tossicodipendenti, celate in una specie di pozzetto vicino al muro della scala che porta al primo binario. Siringhe che ,dopo una segnalazione di una pendolare su Facebook, sono state “celate” in quell'anfratto mentre prima erano adagiate sugli scalini della struttura ferroviaria.

Rifiuti e distruzione

Oltre alle siringhe basta percorrere le banchine sui binari per comprendere lo stato di degrado in cui versa la stazione. Alla fine del primo binario, quello che era uno scalo coperto per le motrici è diventata una vera e propria discarica. Non va meglio, man mano che ci si avvicina al centro nevralgico della stazione, l'edificio che una volta ospitava la sala di attesa. Container vuoti in disuso, centraline elettriche vandalizzate, amianto sbriciolato e ovviamente rifiuti sparsi che campeggiano ovunque. Sul retro del primo binario tra le sterpaglie, si notano delle coperte e materassi, dimora estiva di qualche senzatetto. Mentre l'edificio della vecchia sala d'aspetto è stato chiuso all'esterno, ma le entrate vengono sistematicamente forzate da chi non ha dimora passa la notte all'interno della struttura.

Senzatetto

Mentre si gira per la stazione ci si accorge di essere osservati. E non serve molto tempo per capire che ci sono persone che vivono negli edifici e sulle banchine dei binari. Persone che si nascondono al passaggio dei convogli ma che ricompaiono dopo che i pendolari se ne sono andati. Di certo al situazione non è sostenibile. Le condizioni e sicurezza dei pendolari sono precarie, e non si possono abbandonare al proprio destino i senzatetto che vivono nella stazione.

4 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME