Silurato il comandante: la vendetta di Drago?

"Silurato" dall’Amministrazione il comandante di Polizia locale di Cologno Gionata Pizzaballa. Ora a guidare il comando, dopo mesi di attriti con la Giunta, è Giovanni Russo.

Silurato il comandante: la vendetta di Drago?
Romanese, 31 Marzo 2018 ore 09:07
"Silurato" dall’Amministrazione il comandante di Polizia locale di Cologno Gionata Pizzaballa. Ora a guidare il comando, dopo mesi di attriti con la Giunta, è Giovanni Russo.

Silurato il comandante

Una decisione presa a inizio anno, che però ha visto piena attuazione solo recentemente. Cioè quando Pizzaballa - rientrato in servizio in questi giorni dopo un lungo congedo per motivi personali - è stato nominato vice comandante. Per decreto del sindaco, infatti, Russo dal primo dell'anno è a capo della Locale. Una nomina che viene rinnovata mensilmente e che, ad oggi, resterà valida fino al 30 aprile. Ma con ottime probabilità di conferma.

Un rapporto teso

A due anni dall'elezione si compie lo "spoils system" della sindaca Chiara Drago entra quindi nel vivo e colpisce uno dei dirigenti comunali con cui i rapporti erano ormai tesissimi. Tra i due, va detto, non è del resto mai corso buon sangue, fin dalla campagna elettorale. Pesanti i botta e risposta prima delle Comunali del 2016, in cui la lista Progetto Cologno aveva proposto di riorganizzare gli uffici con l'ipotesi di introdurre "Vot" e gruppi di sentinelle civiche da affiancare agli agenti in divisa. Idee che non erano andate giù all'ex comandante, il quale aveva bocciato in toto la Drago, giudicando l’ipotesi di riforma della Locale come mera propaganda politica. Secondo Pizzaballa si sarebbe dovuto incrementare l'organico, anziché affiancare gli agenti con dei comuni cittadini. Secondo la Drago invece, come è stato ripetuto a novembre del 2017, bisognava "riorganizzare un servizio che a Cologno non dà i giusti frutti".

Non è una resa dei conti

Detto fatto, anche se dalla Giunta pare evidente che questa decisione non è una "resa dei conti". In realtà dietro questa decisione non ci sono ragioni di tipo personale, anzi la motivazione va trovata nell’obiettivo che l’Amministrazione Drago da sempre si è posto: "fare l’interesse del Comune".

La motivazione ufficiale

"Quando Pizzaballa si è dovuto assentare per motivi personali a metà settembre circa, il suo ruolo era stato ricoperto ad interim dal segretario comunale – ha spiegato l’assessore Daniele Pezzoli – Ma, poiché l’agente Russo è un agente di categoria D, grado necessario per essere comandante, da gennaio abbiamo voluto nominarlo comandante. Da quel momento, la nomina è stata rinnovata sempre mensilmente. Con Russo stiamo portando avanti una programmazione step dopo step, ci stiamo prendendo tutto il tempo per fare le dovute valutazioni".

I pregressi non hanno influenzato la decisione

Pezzoli nega che i pregressi tra Pizzaballa e Progetto Cologno durante la campagna elettorale abbiano contribuito in qualche modo alla nomina di Russo a comandante. "Quando ci siamo insediati – ha spiegato – abbiamo ribadito come noi avremmo parlato e lavorato con tutti senza nessun pregiudizio. Ognuno privatamente può pensare come vuole, ciò che a noi preme maggiormente è che però si faccia l’interesse di Cologno. Che senso avrebbe avuto chiedere al segretario di proseguire a tenere l’incarico di comandante ad interim quando nel corpo della Polizia locale c’era un agente di categoria D? Inoltre al nostro insediamento abbiamo confermato l’incarico di comandante a Pizzaballa per 6 mesi, rinnovato poi nel 2017 per altri 6 mesi. La nomina di Russo arriva in un momento di bisogno e noi abbiamo pensato al bene del paese".

Al di là di tutto: buone notizie per la Locale

Comunque al di là della polemica ciò che resta è che, con il cambio di comandante e due assunzioni in programma, qualcosa si sta muovendo all’interno del Corpo della Polizia locale. Sono previste, infatti, due assunzioni per un incarico a tempo pieno e indeterminato, una delle quali servirà a coprire un pensionamento, mentre l’altra a sostituire un agente che ha chiesto la mobilità. Inoltre con il rientro di Pizzaballa, il numero di agenti è salito a 5. Numero che consentirà un migliore presidio del territorio, in virtù del fatto che ci sono più agenti operativi.