Cronaca
Pandino

Si è spento Gianni Brambilla, imprenditore che fondò la RTE

Si è spento mercoledì alla casa di riposo Ospedale dei poveri dove era ricoverato per fare riabilitazione. Aveva 90 anni.

Si è spento Gianni Brambilla, imprenditore che fondò la RTE
Cronaca Cremasco, 29 Gennaio 2021 ore 16:09

Giovanni Brambilla, per tutti Gianni, fondatore della RTE componenti industriali, la nota azienda che ha dato lavoro a tantissimi pandinesi, è mancato mercoledì 27 gennaio a 90 anni.

Gianni Brambilla e l'incontro col genio Marius

Un uomo discreto e gentile Brambilla, parte di quella classe di imprenditori della vecchia generazione che hanno contribuito alla rinascita dell'Italia del Dopoguerra. Nato a Pandino il 13 febbraio 1930, rimase orfano di madre all'età di 5 anni. Terminate le scuole dell'obbligo si iscrisse all'istituto tecnico Feltrinelli di Milano, e negli anni 1947 e 1948 frequentò Mario Stroppa, meglio conosciuto con il nome di Marius, un genio della tecnica. Un incontro che rappresentò quasi una folgorazione, perché fu di grande ispirazione e conseguì brillantemente il diploma di perito elettrotecnico.

Gianni l'imprenditore

Dopo le prime esperienze lavorative anche a Milano, nel 1958  Gianni fondò la RTE, che inizia la propria attività costruendo relè elettromeccanici. Tra la meta' degli anni '60 e i primi anni '70 dà lavoro a circa 50 operai nello stabilimento di Pandino e a una ventina di impiegati nell'ufficio di Milano. Tra i primi e la fine degli anni '80, inserisce in azienda i tre figli Luisa, Massimo e Giorgio, che tuttora conducono l'azienda. Un paio di mesi fa l'imprenditore ha accusato i primi problemi di salute ed è stato ricoverato a Lodi. Dimesso, si trovava da qualche tempo all'Ospedale dei poveri per la riabilitazione. Le esequie verranno celebrate sabato alle 10 nella chiesa parrocchiale.

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì 5 febbraio. 

TORNA ALLA HOME