Pandino

Sfondano la recinzione del centro sportivo per giocare con i figli

Ben due padri di famiglia sono stati visti sgattaiolare fuori da un buco prima dell'arrivo dei carabinieri avvertiti dalla direttrice Valentina Paiardi.

Sfondano la recinzione del centro sportivo per giocare con i figli
Cronaca Cremasco, 02 Marzo 2021 ore 13:45

Padri di famiglia sfondano la recinzione del centro sportivo Blu Pandino per giocare a calcio con i figli in età scolare. La direttrice, Valentina Paiardi, non poteva credere ai suoi occhi e ha avvertito sindaco e militari.

Sfondano la recinzione di Blu Pandino per fare una partita

E' successo più di una volta, tra venerdì e domenica, ma anche in precedenza, perché i residenti avevano segnalato ad Asm che gestisce il centro della presenza di vere e proprie squadre che giocavano nei campi sportivi, ovviamente chiusi per via della pandemia.

"I ragazzini si trovano sempre nel parcheggio e non c'è problema - ha raccontato la direttrice - ma arrivare a rompere la rete per entrare a giocare a calcetto, che è vietato per via della pandemia... Quello che lascia stupefatti è che non è stato il gesto di qualche adolescente ma di papà che hanno violato una proprietà privata, strisciando poi fuori dal buco prima dell'arrivo dei carabinieri, sghignazzando poi in auto per averla fatta franca. Incredibile... Il nostro manutentore ha scovato ben tre pertugi".

L'indignazione del sindaco

Nel suo videomessaggio settimanale sulla pagina Facebook del Comune il primo cittadino Piergiacomo Bonaventi ha espresso tutto il suo disappunto.

"Un brutto episodio - ha detto - il fatto che dei genitori aiutino i figli ad entrare in una proprietà altrui è un gesto illegale, per cui si rischia una denuncia, e diseducativo al massimo".

Leggi di più su Cremascoweek in edicola venerdì  marzo.

TORNA ALLA HOME