Menu
Cerca

Sette mila euro al Papa Giovanni di Bergamo grazie all’associazione Bagaglino VIDEO

La donazione al reparto pediatrico dell'ospedale di Bergamo

Cronaca 05 Settembre 2017 ore 16:53

Anche quest’anno l’affiatato gruppo di Martinengo guidato da Gian Bassani ha devoluto il ricavato dei tre giorni di «Miss Bagaglino» al reparto di pediatria onco ematologica dell’ospedale Papa Giovanni XXIII.

Il successo della nona edizione

«Questa è la nona edizione del nostro evento – ha spiegato Gian Bassani – e da dieci anni sosteniamo il reparto pediatrico dell’ospedale di Bergamo». L’assegno è stato consegnato domenica al primario dott. Massimo Provenzi direttamente dalla neo eletta Miss Bagaglino, la 18enne Carola Raimondi.

Carola Raimondi è nuova Miss Bagaglino

Si è concluso così nel migliore dei modi il weekend benefico di Martinengo, iniziato venerdì con l’elezione di Miss Bagaglino categoria over e con la sfilata dei bambini e proseguito sabato con la finalissima di Miss Bagaglino 2017, che ha visto trionfare appunto Carola Raimondi, la 18enne di Toscolano Maderno, provincia di Brescia. La rassegna di eventi, cui hanno partecipato ospiti illustri, – Idris e Ferreira Pinto sono stati membri della giuria che ha eletto la Miss, mentre Platinette ha presenziato domenica alla consegna dell’assegno – si è conclusa dunque domenica con il concorso canino, che ha riscosso un grande successo di pubblico.

Gli organizzatori gongolano

Soddisfatto del ricavato l’organizzatore, Gian Bassani, che ha tenuto a ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione dell’evento: «Ringrazio i nostri ospiti, che pur essendo personaggi di rilievo sono venuti a titolo gratuito sposando il concetto di beneficenza di cui siamo promotori – ha dichiarato. – Un grazie particolare va poi a tutti coloro che ci sostengono, agli sponsor e a tutto lo staff che mi sostiene e mi sopporta. Il nostro è un concorso nazionale con un marchio registrato. È vero che sono solo tre giorni di evento, ma per organizzare tutto impieghiamo otto mesi, per fortuna siamo un gruppo unito e vincente».