Menu
Cerca

Servizi sociali è scontro con Ciserano

Il comune di Treviglio cancella una famiglia dall’anagrafe e a Ciserano tocca pagare il conto. Un vero e proprio contenzioso (anche legale) quello aperto tra i due enti, che si rimbalzano a vicenda la responsabilità di una famiglia con tre minori a carico.

Servizi sociali è scontro con Ciserano
Treviglio città, 05 Maggio 2018 ore 09:44

Il comune di Treviglio cancella una famiglia dall’anagrafe e a Ciserano tocca pagare il conto. Un vero e proprio contenzioso (anche legale) quello aperto tra i due enti, che si rimbalzano a vicenda la responsabilità di una famiglia con tre minori a carico.

Il disappunto di Bagini

La questione è stata fatta presente dal sindaco di Ciserano Enea Bagini lo scorso giovedì sera in consiglio comunale. Non senza manifestare il proprio disappunto il sindaco ha parlato di un generico comune della Bassa che avrebbe scaricato su Ciserano la responsabilità di una famiglia, con tutto quello che ne consegue in termini di spese economiche.

L'inizio tre anni fa

Basta un giro alle torri di Zingonia però per scoprire più nello specifico di cosa si tratti.
Tutto ha inizio qualche anno fa quando un uomo, straniero con moglie e tre figli a carico, perde il lavoro e non riesce più a pagare l’affitto della propria casa a Treviglio. Dopo qualche mese di morosità il proprietario dell’appartamento decide di sfrattare la famiglia che però non ha a disposizione un altro posto dove andare nè tantomeno denaro per affittare un altro appartamento in zona.

Il trasloco a Zingonia

A quel punto, sull’orlo della disperazione, la famiglia decide di trasferirsi, con i tre figli, a Zingonia. E’ all’interno della torre Anna 1 che questo padre trova rifugio per la propria famiglia occupando abusivamente un appartamento al sesto piano. Le condizioni di vita però non sono certo delle migliori. Nell’appartamento non c’è l’acqua corrente, nè tantomeno l’elettricità o il gas metano. Lavarsi, scaldarsi, mangiare sono un grosso problema. Scopri di più sul Gironale di Treviglio in edicola.