Sequestrati oltre 300 chili di hashish a Verdello e Antegnate

Sono stati arrestati i vertici di un'organizzazione criminale dedita al traffico di stupefacenti.

Sequestrati oltre 300 chili di hashish a Verdello e Antegnate
Cronaca Treviglio città, 08 Marzo 2018 ore 09:33

I militari del nucleo di Polizia economico finanziaria di Bergamo hanno concluso una complessa attività investigativa nei confronti di soggetti di etnia magrebina ed albanese, dediti al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti. Sequestrati oltre 300 chili di hashish tra Verdello e Antegnate.

Operazione Tano, Sgominata organizzazione di narcotrafficanti

L'"Operazione Tano", così chiamata per lo pseudonimo del primo degli indagati, ha permesso di sgominare un gruppo di narcotrafficanti. L’attività investigativa, coordinata dal dottor Fabio Pelosi, sostituto procuratore della Repubblica di Bergamo, è culminata nei giorni scorsi, con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal dottor Ciro Iacomino, Gip del Tribunale di Bergamo. Il provvedimento di arresto ha colpito i vertici di un gruppo criminale, operante in provincia di Bergamo, capeggiato da cinque soggetti di origine albanese e magrebina. Gli arrestati sono ritenuti responsabili dell’importazione di oltre  300 chili di hashish, lungo la rotta Marocco-Spagna-Italia.

Oltre 300 chili di hashish sequestrati

I finanzieri hanno ricostruito ruoli e responsabilità dei 5 promotori del sodalizio criminale. Denunciati anche altri 14 soggetti, con incarichi di supporto logistico. Inoltre, in due diverse azioni, sono stati sequestrati più di 300 chili di hashish. Ad Antegnate sono stati trovati 13 chili di stupefacente. Ma il grosso del sequestro, ben 3 quintali, è avvenuto a Verdello. Nel corso dei due interventi i militari hanno anche  arrestato in flagranza di reato i 2 corrieri incaricati del trasporto dello stupefacente.

300 chili di hashish