Orrore a Gorla

Sequestrata e violentata la notte di Natale: orrore in provincia di Varese

Una 43enne di Busto Arsizio è stata sequestrata con una scusa e violentata la notte di Natale a Gorla Minore, in provincia di Varese.

Sequestrata e violentata la notte di Natale: orrore in provincia di Varese
Cronaca 27 Dicembre 2020 ore 16:25

È stata liberata ieri mattina, 26 dicembre, dai carabinieri di Gorla Minore una 43enne di Busto, sequestrata per diverse ore da un uomo.

Sequestrata la sera di Natale

La notizia, scioccante, viene dai nostri colleghi di PrimaSaronno, che l’hanno divulgata all’interno di questo articolo. Secondo quanto riportato, i carabinieri hanno trovato la 43enne vittima di violenze sessuali legata e imbavagliata con del nastro adesivo nella casa di un 39enne di Gorla. Ad avvisare i militari un conoscente della donna, al quale era riuscita a chiedere aiuto con alcuni messaggi. La donna era stata sequestrata la sera di Natale, dopo esser stata attirata in casa dal suo aguzzino con la scusa di alcune offerte di lavoro.
In poco tempo, quello che doveva essere un colloquio si è trasformato in un incubo, fatto anche di violenze verbali, fisiche e sessuali. Al loro arrivo, i carabinieri hanno dovuto vincere le resistenze del 39enne. In casa, oltre alla vittima, trovate anche alcune dosi di cocaina, un bilancino di precisione e 1600 euro in contanti. L’uomo è stato accompagnato presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Saronno e dopo le formalità di rito, tradotto presso il carcere di Busto Arsizio.

TORNA ALLA HOME.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità