Scontro interno nel mondo Lgbt, Arcigay Bergamo Cives rilancia il suo Bergamo Pride

La manifestazione è prevista per il 30 maggio 2020. Ma il Comitato ne aveva già annunciata una per il 13 giugno.

Scontro interno nel mondo Lgbt, Arcigay Bergamo Cives rilancia il suo Bergamo Pride
20 Novembre 2019 ore 08:51

Sono passati pochi mesi dall'ultimo Bergamo Pride, a maggio. Eppure il comitato che riunisce le varie anime del mondo Lgbt bergamasco si è spaccato. A sfilarsi ufficialmente è il gruppo Acrigay Bergamo Cives che, anzi rilancia e annuncia la sua manifestazione per il 30 maggio 2020.

Arcigay Bergamo Cives lascia il Comitato

Dopo la nascita del comitato, avvenuta nel gennaio 2018 per il primo Bergamo Pride, si era deciso nel settembre dello stesso anno di provare a fondere i due comitati che si erano creati, pur con molti dubbi e perplessità, per valutare se fosse possibile istituire un'unica realtà. Per Arcigay Bergamo Cives però si è trattata di "un'esperienza fallimentare e molto negativa".

"Nell’ultimo anno quasi tutti i membri del nostro comitato si sono allontanati a causa della gestione di chi aveva ruoli di rappresentanza nel comitato. Ancora più grave la continua e voluta limitazione del ruolo delle associazioni, per favorire soggetti singoli. Una totale mancanza del ruoli di rappresentanza delle associazioni presenti nel comitato e l’incapacità di valutare i risultati ottenuti nel secondo Bergamo Pride".

Così Arcigay Bergamo Cives attacca i vertici del Comitato che solo qualche settimana fa avevano annunciato il prossimo Pride orobico per il 13 giugno.

L'accusa: "Troppi personalismi"

"Arcigay ha chiesto più volte una seria e profonda riflessione sul risultato poco positivo ottenuto, passando da 10mila partecipanti a tremila, ma soprattutto la mancanza di famiglie e tanti cittadini - hanno continuato - Inoltre abbiamo più volte chiesto un cambio di gestione, riportando al centro le associazioni e il valore del terzo settore, limitando i personalismi di pochi soggetti che vogliono essere i detentori del Bergamo Pride. Il Pride è di tutti e si deve basare sul valore enorme che le associazioni svolgono da anni sul territorio. Molte persone hanno scritto ad Arcigay Bergamo Cives per sottolineare che lo spirito e il clima durante la parata finale del 2019 era molto diverso da quello del primo anno, sembrava un’altra manifestazione, slogan contro le multinazionali e altri argomenti che con il Bergamo Pride nulla hanno a che vedere".

Confronti negati

"Abbiamo cercato fino all’ultimo di chiedere confronti senza avere risposta - hanno spiegato - Come associazione abbiamo quindi deciso di non rinnovare la nostra presenza nel comitato attuale, ormai sfibrato e completamente svuotato di associazioni e di membri del nostro ex comitato che aveva dato origine al Bergamo Pride, attendendo l’elezione dei nuovi organi dirigenziali avvenuta a settembre, per valutare se ci fosse o meno un cambio di rotta, ma questo non è successo anzi, le figure elette sono coloro che hanno creato contrasti, annullato il valore delle associazioni, creando un clima negativo che ha allontanato tantissimi volontari e persone".

Torna Bergamo Pride: Educare alle differenze per combattere l'odio

"Per questi motivi Arcigay Bergamo Cives lancia nuovamente la creazione del comitato da noi stessi per primi creato nel gennaio 2018: Bergamo Pride - Educare alle differenze per combattere l’odio. Il nostro obiettivo è riportare centrale l’azione del terzo settore e delle associazioni, potenziato dai singoli volontari che vorranno unirsi in questo nuovo progetto - hanno chiarito - Il pride si terrà il 30 maggio 2020, e come sempre aprirà tutti i pride della Lombardia: 6 giugno Pavia, 13 giugno Varese, 21 giugno Lecco e 30 giugno Milano".

In questi mesi aggregheremo tutti coloro che vogliono ricostruire il vecchio spirito che ha animato il primo Bergamo Pride. Il Pride è un bene di tutti, non di singoli soggetti in cerca di visibilità. Attualmente il comitato “Educare alle differenze per combattere l’odio” è composto da: Arcigay Bergamo Cives, ABCS – Associazione contro il bullismo scolastico, La Casa delle Donne, City Angels Bergamo, Cives Volley Bergamo, Associazione Cooperativa Fosforo, Cives Calcio Bergamo, Marco Arlati, Andrea Esposito, Chiara Medolago, Maria Teresa Ruiz Patino, Cristian Borgosano, Michela Fumagalli, Michael Tirloni, Roberto Bertoletti, Alessandro Naso, Enrico Caldo, Marco Morosini, Ivan Nastasi, Andrea Viscardi, Agostino Sorbo, Maria Margherita Sciacca, Silvia Capelli, Marilisa Schenatti. Un gruppo guidato dal coordinatore generale Andrea Esposito e la segreteria operativa è affidata ad Arcigay Bergamo Cives di cui è portavoce Marco Arlati.
Hanno aderito al Bergamo Pride 30 Maggio 2020: Arcigay Nazionale, Arcigay Varese e Como, Arcigay Brescia, Arcigay Pavia, Arcigay Mantova, Arcigay Cremona, Arcigay Milano, Renzo e Lucio – Lecco.

TORNA ALLA HOME