Menu
Cerca

Sara Paratore è la martinenghese in corsa per la Regione

E' ufficiale Sara Paratore, sarà candidata alle prossime elezioni regionali nella lista del Movimento Cinque Stelle.

Sara Paratore è la martinenghese in corsa per la Regione
Romanese, 27 Novembre 2017 ore 14:03

E’ ufficiale Sara Paratore, sarà candidata alle prossime elezioni regionali nella lista del Movimento Cinque Stelle.

L’escalation nel movimento

Una notizia buona per la Bassa, che così potrebbe avere un rappresentante nel consiglio Regionale. Sara Paratore ha iniziato la sua avventura con i pentastellati circa due anni fa. Nel 2015 infatti la scelta di dare vita ad un Mettup martinenghese e i primi contatti con il nucleo storico di Ghisalba, dove ogni anno si tiene la festa provinciale del Movimento. Da qui l’escalation, che quest’anno l’ha vista, alla sua seconda partecipazione, diventare l’organizer della festa, dopo un anno passato tra banchetti e iniziative relativi prima la referendum costituzionale e poi a quello dell’autonomia regionale.

Dallo scandalo alle regionali

Sara Paratore è passata attraverso lo scandalo pentastellato di Ghisalba, che nel luglio ha visto l’ex organizer Alessandro Ventura coinvolto in un caso di gestione dei fondi dell’associazione su cui i grillini poggiavano per l’organizzazione della festa. Di fatto la Paratore è subentrata a Ventura, non solo in termini di visibilità nell’establishment pentastellato ma anche in merito alle cariche, fondando di fatto una nuova associazione per la festa di cui è presidente.

Con Pavoncelli e Forza Italia (compreso un processo)

Sara Paratore, non è alla prima esperienza politica. Nel 2003 infatti è stata eletta e ha ricoperto la carica di assessore con il sindaco Francesco Pavoncelli( nella foto, ndr) , in quota Forza Italia. Un’avventura turbolenta a dir poco, che nel 2006 l’ha vista coinvolta in un processo.Un vero e proprio terremoto a palazzo. In cui Giunta comunale è stata rinviata a processo con l’accusa di aver ottenuto illecitamente un finanziamento pubblico di 276mila euro dall’Unione europea per la riqualificazione di via Morzenti. Una vicenda da cui Sara Paratore è stata assolta, perché non direttamente competente in materia. Era il 2006 e di lì a poco si consumò la rottura di maggioranza, che lasciò il sindaco Pavoncelli solo al comando e portò il Comune al commissariamento.