Cronaca
stop ai rumori dopo mezzanotte

Rumori al castello, stop alla musica dopo la mezzanotte

I trasgressori incorreranno in una sanzione.

Rumori al castello, stop alla musica dopo la mezzanotte
Cronaca Media pianura, 05 Marzo 2022 ore 10:25

Troppi rumori al castello di Cavernago: dopo la protesta dei vicini, stop alla musica dopo mezzanotte.

Stop ai rumori dopo mezzanotte

E’ questa la novità voluta recentemente dalla  Giunta Togni. Il 15 ottobre del 2021 è stata depositata una segnalazione sottoscritta da residenti di via Castello, in cui si evidenziavano alcune problematiche collegate agli eventi organizzati  al Castello di Cavernago, tra cui musica ad alto volume, rumori, schiamazzi. I cittadini, di fatto, hanno richiesto ed evidenziato la necessità di arrivare ad una regolamentazione degli eventi al fine di mitigare i disagi acustici prodotti durante le manifestazioni che si tengono al castello.

Il contenuto della delibera

"Questa Amministrazione ha da tempo avviato un percorso di promozione turistica culturale del paese. I due castelli (Cavernago e Malpaga), infatti, rivestono un ruolo indispensabile per l’afflusso turistico, contribuendo ad esso anche e soprattutto attraverso le variegate attività di intrattenimento promosse – si legge nella delibera – eppure, si ritiene di dover garantire il rispetto e la tutela della quiete pubblica e privata nonché tutelare la popolazione da possibili fenomeni derivanti dall’inquinamento acustico prodotto dalle attività di spettacolo e di intrattenimento, attraverso provvedimenti che stabiliscano in particolare quando ogni attività musicale debba cessare".

Un compromesso

Quindi, l’Amministrazione comunale ha voluto trovare un punto d’incontro tra le parti. Pertanto, si è stabilito che "al Castello di Cavernago la diffusione di musica dal vivo e riprodotta con apparecchi elettroacustici e diffusione sonora, al chiuso e all’aperto, non può superare le ore 24:00 da lunedì a domenica compresi – si legge nell’ordinanza - l’attività musicale non deve in ogni caso recare disturbo alla quiete pubblica, ed il rumore prodotto dall’attività non deve superare i limiti di emissione previsti dal Comune". I trasgressori incorreranno in una sanzione.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter