Rubano al supermercato e picchiano un vigilante, tre arresti

Una 40enne bulgara è stata colta in flagrante e ha dato in escandescenze

Rubano al supermercato e picchiano un vigilante, tre arresti
Cronaca 30 Giugno 2017 ore 12:28

Furti all'Ipercoop e a Punto zero

Rubano al supermercato e picchiano un vigilante. Al fine di contenere il fenomeno dei reati predatori, da alcune settimane sono stati intensificati i controlli. Sia attraverso l’impiego di personale in uniforme, ma anche con carabinieri di quartiere appiedati e soprattutto mantenendo la collaborazione con gli addetti alla vigilanza. E, nel pomeriggio di ieri, grazie alla presenza di alcune pattuglie della stazione di Crema e dell’Aliquota Radiomobile, sono state arrestate tre persone dedite a furti di generi alimentari e di capi di abbigliamento.

Botte a un vigilante

Verso le ore 12.30 all'Ipercoop di via La Pira una donna 40enne, A. F. di origini bulgare e dimorante a Crema, si è impossessata di alcune bottiglie. Poi ha cercato di uscire indisturbata dal supermercato, ma è stata bloccata da un addetto alla vigilanza. Invitata a pagare quanto aveva preso, la donna ha però dato in escandescenze colpendolo con pugni e schiaffi. A stento il vigilante è riuscito a contenerne l’esuberanza, tant’è che che ha richiesto l’intervento di un equipaggio della Radiomobile. I militari giunti sul posto l'hanno bloccata dichiarandola in stato di arresto per rapina impropria. Il vigilante, infatti, è stato costretto a ricorrere alle cure mediche rimediando 3 giorni di prognosi. Trattenuta in cella sino alla mattinata di oggi, la donna è stata tradotta davanti al Tribunale di Cremona per il processo per direttissima.

Coppia di furbetti

Verso le 14, il secondo episodio. Al supermercato Punto zero di viale Repubblica è stata segnalata la presenza di due malfattori, che si sono impossessati di alcuni capi di abbigliamento e liquori. Sul posto è subito intervenuta una pattuglia della stazione locale, che ha rintracciato i due stranieri dei Paesi dell’est Europa. Si tratta di coniugi dimoranti a Soresina. La coppia è stata trovata in possesso di alcune bottiglie di cognac e di un paio di sandali da donna, oltre a una tenaglia utilizzata per staccare la placca anti-taccheggio. A questo punto è scattato l'arresto per furto aggravato in concorso e gli stranieri sono stati rinchiusi in cella. Sono in attesa del processo per direttissima, che si svolgerà nella mattinata di oggi. La refurtiva, del valore di 150 euro, è stata restituita al responsabile del supermercato che ha ringraziato i carabinieri.