Menu
Cerca

Ruba i fiori dalla piazza, inchiodata dalle telecamere

Ruba i fiori dalla piazza, inchiodata dalle telecamere
Cronaca Romanese, 26 Settembre 2018 ore 13:08

Venerdì notte a Romano le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso una donna intenta a rubare fiori dalle aiuole di piazza Papa Giovanni 23 XXIII

La nuova piazza

Quello che doveva essere  il fiore all’occhiello del quartiere Borgo serio nelle ultime due settimane si è trasformato in un incubo per i residenti. La nuova piazza Papa Giovanni XXIII nel corso dell’estate è stata soggetta ad una riqualificazione del verde. Ma con l’abbattimento delle piante pericolose, l’Amministrazione comunale del sindaco Sebastian Nicoli ha realizzato una nuova area verde. Le piante malate sono state sostituite con nuove, gli arbusti e le siepi presenti sono state tolte. È stato installato l’impianto di irrigazione e nella parte frontale della piazza sono state inserite due aiuole di fiori.

Ruba  i fiori dalla piazza

Proprio l’aiuola fiorita ha attirato l’attenzione di una ladra che da qualche settimana sta sottraendo fiori strappandoli da terra. Colta sul fatto da una residente, venerdì notte è stata individuata anche dalle telecamere di videosorveglianza. “Appena l’ho vista, l’ho chiamata per fermarla – ha detto la residente – ma come se nulla fosse ha preso i fiori, li ha messi nella borsa ed è andata via. Ma la piazza di notte è fuori controllo. Ci sono gruppi di giovani che oltre che disturbare fino a tardi fanno anche danni. Ultimamente si siedono sul monumento dedicato a Papa Giovanni che prima o poi cederà”.

L’appello

Le riprese delle telecamere di videosorveglianza mostrano una signora anziana che si avvicina alle aiuole dopo essersi fermata sul marciapiede di via Mottini,  valutando la situazione del traffico dei mezzi che transitavano in strada, per poi in un momento di calma perpetrare il furto dei fiori. “Purtroppo dall’immagine non si riesce  a identificare il soggetto in questione –  ha detto Arcangelo Di Nardo comandante della Polizia locale di Romano – invitiamo chiunque riconosca la persona venire in comando per l’identificazione in modo da procedere con la denuncia”.

TORNA ALLA HOME