Verde e rotatorie “adottati” dalle aziende

Il Comune ha stipulato ventisette accordi con i privati per la manutenzione e la valorizzazione delle rotonde e delle aiuole.

Verde e rotatorie “adottati” dalle aziende
Treviglio città, 16 Febbraio 2018 ore 16:52

Verde e rotatorie in adozione alle aziende della città. Sono ventisette gli accordi che il Comune di Treviglio ha stipulato con i privati per la manutenzione e la valorizzazione delle rotonde e delle aiuole sparse sul territorio.

Verde

Il progetto “Adotta un’area verde a Treviglio” ha riscosso un grande successo. Sono oltre venti le aziende che hanno aderito all’iniziativa: potranno installare un logo per pubblicizzare la propria attività, in cambio della presa in carico di rotatorie e aree verdi. Non solo per la cura del prato, ma anche per la messa a dimora di alberi, la sistemazione degli arredi, la manutenzione di fontane e di impianti di irrigazione, le fioriture e gli arredi floreali. Un progetto che coinvolge 37.555 metri quadrati di verde e 21 utenze per impianti di irrigazione.

Il Comune ringrazia

“L’ampia partecipazione da parte dei privati è un buon segnale perché sottolinea un forte senso di appartenenza alla vita della comunità – ha detto il sindaco Juri Imeri, durante un incontro organizzato in Sala consigliare – Stiamo costruendo molte relazioni e convenzioni con i privati del territorio, convinti che sia la strada giusta per valorizzare ulteriormente la nostra città, nell’interesse di tutti”. L’assessore Basilio Mangano ha poi aggiunto che per il Comune la cura del verde è una priorità e che “ogni anno vengono investiti oltre 300mila euro per la sua cura e per la sua manutenzione, ai quali si aggiungono gli interventi di riqualificazione delle aree verdi come recentemente accaduto nei pressi del PalaFacchetti, in via del Maglio o a Castel Cerreto”.

Cercansi altre aziende

“Tale iniziativa – ha spiegato l’assessore al Patrimonio, Alessandro Nisoli, a margine dell’incontro – consente la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio verde pubblico con una riduzione degli oneri attualmente a carico della Città. Già nel precedente quinquennio abbiamo avuto risposte molto positive da parte degli imprenditori. Il successo si è ripetuto anche in questa occasione grazie alla partecipazione di molti privati e al grande lavoro di squadra svolto dagli uffici Patrimonio, Ambiente e Manutenzione della città. Colgo l’occasione per sottolineare che stiamo valutando altre aree verdi da ‘adottare’. Se ci fosse qualche privato interessato, è ancora in tempo a farsi avanti”.

Maggiori dettagli e l’elenco completo delle aziende coinvolte sul numero del Giornale di Treviglio in edicola

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia