Rosa Pesenti morì per un ossicino in gola, a giudizio il medico che la dimise

Rosa Pesenti morì per un ossicino in gola, a giudizio il medico che la dimise
Romanese, 06 Ottobre 2018 ore 19:00

Omicidio colposo. Con questa accusa un medico dell’Asst Franciacorta è stato rinviato a giudizio settimana scorsa dal Tribunale di Brescia. L’inchiesta è quella per la morte di  Rosa Pesenti, calcense uccisa da un ossicino ingoiato durante un pranzo domenicale.

Omicidio colposo Medico dell’Asst Franciacorta alla sbarra

L’ospedale l’aveva dimessa per ben due volte in pochi giorni, nonostante avesse l’esofago e l’aorta lacerati.  Ora un medico è stato rinviato a giudizio. L’altro medico, invece, ma solo per una notifica errata, tornerà in aula per l’udienza preliminare. A ripercorrere la storia di Rosa sono stati i parenti, ancora increduli per come hanno perso, all’improvviso, la loro cara. Aveva 64 anni.

Leggi di più su Romanoweek in edicola

TORNA ALLA HOME 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia