Rifiuti abbandonati in arrivo una multa salata

Torna la piaga dei rifiuti abbandonati nelle campagne di Casirate. La Polizia locale è già risalita al presunto autore che rischia una multa salata.

Rifiuti abbandonati in arrivo una multa salata
Cronaca Treviglio città, 27 Gennaio 2018 ore 18:00

Un cumulo di rifiuti abbandonati lungo la strada poderale che conduce alla Foresta di Pianura. Sono stati ritrovati domenica a Casirate e la Polizia locale è già risalita al presunto autore. In arrivo una multa salata.

Rifiuti abbandonati in piena campagna

Un cumulo di rifiuti sparso ai margini di una stradina di campagna. E’ questo lo spettacolo, indecoroso, che alcuni casiratesi si sono trovati davanti domenica scorsa percorrendo per una passeggiata all’aria aperta la strada poderale che conduce alla Cascina Ronchi e alla Foresta di Pianura, il polmone verde del paese ad Est della zona produttiva.
Ritorna a distanza di qualche anno la piaga dell’abbandono dei rifiuti, in una zona isolata di Casirate e, soprattutto, non presidiata. Il ritrovamento dei rifiuti abbandonati è stato prontamente segnalato, anche attraverso i social, ed è stato lo stesso vicesindaco Manuel Calvi ad allertare la Polizia locale per le necessarie verifiche.

Le indagini della Locale

La ricerca ha dato i frutti sperati. La Locale ha letteralmente frugato tra il cumulo di rifiuti, cartoni, sacchi neri, sacchetti, bottiglie di plastica, ingombranti e quant’altro era stato scaricato e sono riusciti a identificare il presunto autore. “Non si tratta di un cittadino di Casirate – ha spiegato il vicesindaco Calvi – ma di uno straniero residente a Trucazzano. Le indagini della Polizia locale proseguono per accertare se sia stato veramente lui ad abbandonare i rifiuti. Se così fosse verrebbe sanzionato con una pesante multa, in caso i rifiuti provenissero da un’attività, commerciale o produttiva, potrebbe anche scattare una denuncia penale”.

Il precedente episodio

Risale ad un paio di anni fa il precedente episodio di abbandono. “Lungo la strada che porta alla Cascina Malossa erano stati trovati dei frigoriferi – ha ricordato Calvi – Anche in quel caso si era riusciti a risalire all’autore dell’abbandono di rifiuti che era stato sanzionato con una multa di 500 euro. La questione dell’abbandono di rifiuti sembrava essersi placata, ed invece…”. Complice la zona isolata qualcuno approfitta della strada poderale anche per altre attività.  “C’è chi si apparta in auto con le prostitute, ma anche chi entra nei ruderi della Cascina Ronchi, in barba all’ordinanza sindacale che ne vieta l’accesso – ha concluso il vicesindaco – All’imbocco della strada c’è una sbarra che per un periodo abbiamo tenuta chiusa, dando le chiavi del lucchetto ai contadini che la percorrono per raggiungere i terreni. Spesse volte, però, trovavamo i lucchetti tranciati e così si è deciso di lasciarla aperta. Il problema fondamentale è che la zona non è presidiata. Valuteremo se è il caso di tornare a chiudere attraverso la sbarra la strada per evitare che episodi simili si ripetano”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità