Operativi su segnalazione

Riaprono i Covid hotel: da oggi 64 posti disponibili a “La Muratella” di Cologno

ATS Bergamo sta provvedendo al potenziamento dell'offerta di strutture per l'isolamento delle persone positive.

Riaprono i Covid hotel: da oggi 64 posti disponibili a “La Muratella” di Cologno
Media pianura, 03 Novembre 2020 ore 15:00

Con l’evolversi della situazione pandemica da coronavirus, ATS Bergamo sta provvedendo al potenziamento dell’offerta di strutture per l’isolamento delle persone Covid-19 positive.

Riapre il Covid hotel a “La Muratella”

“A partire da oggi, 3 novembre, è operativa una prima struttura, l’Hotel Antico Borgo La Muratella di Cologno al Serio, con una disponibilità di 64 posti, deputata all’accoglienza di persone positive al Covid-19 che necessitano di effettuare l’isolamento domiciliare al di fuori del proprio domicilio, perché non idoneo o per altre motivazioni di “criticità sociale””.

A comunicarlo è Massimo Giupponi, direttore generale di ATS Bergamo.

Chi potrà essere accolto?

“Potranno essere inseriti in questo genere di struttura soggetti positivi al Covid-19, autosufficienti, non allettati, in grado di utilizzare autonomamente i servizi igienici, che non necessitano di cure mediche che non siano l’assunzione di farmaci in via autonoma, asintomatici o paucisintomatici, che non possono trascorrere il periodo di isolamento domiciliare presso il loro abituale domicilio per non idoneità dell’alloggio o per altre motivazioni “di criticità sociale” – spiega il dottor Giuseppe Matozzo, direttore sociosanitario di ATS Bergamo – ivi comprese le persone che vivono in comunità, in dimissione dagli ospedali o che rientrano da paesi esteri”.

“Attualmente è ancora attiva una manifestazione di interesse, finalizzata a reperire altre strutture interessate ad accogliere questa tipologia di ospiti – prosegue Giupponi -: qualora l’evolversi della situazione pandemica lo richiederà, potranno essere attivate ulteriori strutture incrementando i posti disponibili”.

Inserimento su segnalazione

L’inserimento in struttura potrà avvenire, previa segnalazione ad ATS Bergamo, da parte dei seguenti soggetti del territorio: Medici di Medicina Generale; ASST e Case di cura private accreditate; UTES (Unità Territoriali Emergenza Sociale) e servizi sociali comunali; AREU (dopo verifica delle condizioni cliniche effettuate dal soccorritore); Centrale Unica Regionale Dimissione post ospedaliera.

Dal punto di vista operativo la segnalazione dovrà essere effettuata tramite la compilazione e l’invio della scheda predisposta da ATS Bergamo al seguente indirizzo email: segnalazioni.covidhotel@ats-bg.it

Seguiti dai medici di famiglia

L’accesso verrà autorizzato e disposto da ATS Bergamo, a seguito della valutazione dei requisiti di accesso e della disponibilità dei posti. I medici di famiglia, attraverso l’applicativo AIDA messo a disposizione da ATS Bergamo (per il quale verranno fornite credenziali di accesso), potranno monitorare da remoto i propri assistiti durante la permanenza in struttura e controllarne i seguenti parametri: temperatura, saturazione, frequenza cardiaca, pressione sistolica e pressione diastolica.

Referenti del progetto in ATS Bergamo sono per l’aspetto sanitario la dottoressa Sveva Mangano e dal punto di vista tecnico-organizzativo il dottor Iorio Riva.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia