Menu
Cerca

Reti da calcio nuove per ricordare i caduti di Nassiriya

Il consigliere comunale Luca Bono ha infatti deciso spontaneamente di sostituire alcune reti da calcio ammalorate nel parco dedicato ai caduti di Nassiriya, il giorno in cui è avvenuta la strage.

Reti da calcio nuove per ricordare i caduti di Nassiriya
Romanese, 14 Novembre 2018 ore 18:58

Reti da calcio nuove per commemorare i morti di Nassiriya.

La strage

Il 12 novembre del 2003 alle 10.30 ci fu la strage di Nassiriya, dove morirono 28 persone. Quel giorno un’autocisterna forzò l’entrata della base Maestrale, presidiata dai carabinieri italiani, nella città di Nassiriya, in Iraq: i due uomini a bordo fecero esplodere una bomba. A perdere la vita furono in 28, 9 iracheni e 19 italiani. Lunedì scorso, 15 anni dopo dalla strage alla stessa ora il consigliere comunale Luca Bono ha deciso di ricordare i caduti attraverso un gesto "insolito".

Una commemorazione insolita

Ha deciso, cioè, di sostituire le reti delle porte da calcio presenti all'interno del parco comunale intitolato proprio ai caduti di Nassiriya. Un modo alternativo per ricordare le vittime di quell'attentato, dando lustro al parchetto dedicato ai morti in Iraq. A sostituire le reti ammalorate è stato Bono in persona che spontaneamente ha avuto questa idea. A donare le nuove reti è stata invece la Polisportiva di Urgnano, che ha deciso di fare questo regalo all'intera comunità.

L'aiuto della Polisportiva

"Nel 15esimo anniversario, ho provveduto di mia spontanea volontà a sostituire le reti delle porte del parco a loro dedicato in quanto usurate, rotte e sicuramente mai sostituite fin dalla costruzione del campo – ha spiegato Bono - Non si poteva lasciare nell'oblio tale ricorrenza. Ringrazio la Polisportiva Urgnano che mi ha regalato, anzi ha regalato ai ragazzi che verranno a giocare nel campetto, le reti. Onore ai caduti, viva l'Italia".

TORNA ALLA HOME