Cronaca
Val Parina

Resti umani ritrovati in un dirupo, potrebbe essere il corpo dell'ex bidella Maria Pisoni

La 70enne era scomparsa da Oltre il Colle quattro anni fa, nel giorno di Pasqua dopo essere uscita per una passeggiata.

Resti umani ritrovati in un dirupo, potrebbe essere il corpo dell'ex bidella Maria Pisoni
Cronaca Treviglio città, 07 Ottobre 2022 ore 09:45

Potrebbero appartenere all'ex bidella trevigliese Maria Pisoni i resti umani ritrovati mercoledì in un dirupo in Val Parina, poco lontano dal luogo in cui scomparve ormai quattro anni fa.

Resti umani in un dirupo, forse è Maria Pisoni

Una scoperta accidentale fatta da un fungaiolo che martedì, percorrendo quei sentieri, si è perso ed è stato ritrovato e salvato il giorno seguente dai soccorritori. E' a loro che l'uomo ha raccontato della sua scoperta: uno scheletro in avanzato stato di decomposizione su cui ora si stanno eseguendo i rilievi scientifici.

Il luogo, particolarmente impervio e poco frequentato, è stato quindi raggiunto dagli uomini del soccorso alpino e successivamente dai carabinieri della stazione di Sedrina e del nucleo operativo di Zogno che dai primi rilievi hanno escluso una morte violenta. Decesso che comunque risalirebbe a molto tempo fa, probabilmente anni. Tutto compatibile con la scomparsa della 70enne scomparsa il 1 aprile 2018, giorno di Pasqua, dopo che si era allontanata dalla casa di Oltre il Colle per la sua quotidiana passeggiata.

Si attende l'autopsia

A far luce sarà l'autopsia sui resti della donna finita nel dirupo probabilmente in seguito a una caduta o a un malore. Dal luogo del ritrovamento sono stati recuperati anche dei frammenti di vestiti, troppo poco però per fare un confronto con i capi indossati dalla 70enne al momento della scomparsa.

Ex bidella delle scuole di Treviglio "Battisti" e "De Amicis", viveva in città, ma trascorreva molto tempo anche nella casa di famiglia a Oltre il Colle. In pensione da pochi mesi al momento della sua scomparsa, Maria Pisoni era molto conosciuta in città ma non solo: era anche volontaria del canile di Calvenzano. Le ricerche era subito iniziate battendo tutta la zona anche con l'aiuto dei cani molecolari che avevano fiutato le sue tracce fino alla cappelletta del Buon Consiglio o alla Madonna delle Vipere, spesso meta delle sue passeggiate. Ma dopo una settimana di ricerca di Maria non c'era traccia. Fino a mercoledì anche se solo il risultato dell'esame autoptico potrà fugare ogni dubbio.

 

Seguici sui nostri canali