Menu
Cerca

Restaurate le panchine dei pettegoli

Un luogo a Casaletto Vaprio per fermarsi a riflettere, leggere un giornale o un libro, e perché no... fare del gossip.

Restaurate le panchine dei pettegoli
Cremasco, 30 Dicembre 2018 ore 10:14

Restituite ai cittadini di Casaletto Vaprio le panchine dei pettegoli. Un angolo di paradiso in paese che si specchia nella roggia Alchina, recuperato grazie all'aiuto dei volontari e il coordinamento del consigliere Gian Franco Piana, con il parere favorevole dell’Amministrazione comunale.

Casaletto ritrova le panchine dei pettegoli

Il "gossip" come linfa della vita sociale dei piccoli paesi. È anche questo lo scopo dell'opera di restauro che ha finalmente restituito alla cittadinanza le panchine dei pettegoli, un luogo storico per i casalettesi, fucina di chiacchiericci e pettegolezzi. Proprio le panchine danno il nome a questo angolo del paese sulle rive della roggia Alchina. L’utilità di questo luogo è definita in maniera esauriente dalle parole del consigliere Piana. "Si tratta di un’opera il cui valore è testimoniato dalla partecipazione dei cittadini, che sono soliti passeggiare lungo la roggia Alchina, a piedi o in bicicletta, addentrandosi nel territorio capralberse. E' un’area presso la quale fa piacere sostare. Non solo ai pensionati o a chi fa attività fisica, ma anche i giovani, che conoscono e vivono il territorio. C’è chi legge il giornale, chi si ferma a mangiare e perfino chi sceglie l’Alchina per leggere un libro, nella pace dell’isola verde, dove puoi sentire il rumore dell'acqua, quasi come presso un fontanile. Non è la stessa cosa, certo, ma stiamo facendo il possibile per renderla il più possibile somigliante a una risorgiva".

Leggi di più sul CremascoWeek in edicola.

TORNA ALLA HOME